“Contratto con Dio” – Will Eisner

Will Eisner è considerato, senza ombra di dubbio, uno dei maggiori artisti di tutti i tempi nell’ambito del fumetto globale. Ma il suo merito non è stato solo quello di imprimere una svolta formale e sostanziale alla Nona Arte, inventando, con Contratto con Dio, quello che può essere considerato il primo romanzo grafico in assoluto.

Verso la fine degli anni Sessanta, Eisner ha cominciato a tracciare una sorta di analisi della piccola storia americana, quella scritta da milioni di uomini e donne anonimi approdati negli USA per sfuggire alle persecuzioni razziali e alla miseria di molte zone dell’Europa orientale. Le sue graphic novels, più di molti trattati di storia o di sociologia, aiutano a comprendere meglio la vita delle classi più umili in una grande, dura metropoli come New York.

La più nota delle novelle – autentici classici che rendono giustizia fino in fondo al termine “romanzo a fumetti” – è Contratto con Dio, un’amara parabola che ricorda la vicenda dell’avaro di Canto di Natale di Dickens. Il protagonista è Frimme Hersch, un trovatello ebreo che dalla Russia zarista approderà in America, il quale, tartassato dalla malasorte, si raccomanda a Dio, firmando anche un contratto. Il destino girerà a suo favore, diverrà un capitalista, ma non sarà mai felice, malgrado il suo tardivo ravvedimento.

Tuttavia, Contratto con Dio è concepito come una raccolta di racconti, che comprende anche Il cantante di strada, Il super e Cookalein, tutte vicende segnate da profondi squarci di umanità, se non perfino da un verismo amaro, anche drammatico.

Nel 2009, poi, la Fandango Libri ha iniziato la pubblicazione della Trilogia, progetto dello stesso Eisner, che vi aveva lavorato fino a pochi giorni prima della scomparsa – avvenuta il 3 gennaio 2005 – disegnando appositamente diverse nuove pagine, e comprensiva anche delle graphic novel La forza della vita e Dropsie Avenue.

Stilisticamente ineccepibile, questa opera prima di Eisner si fa apprezzare soprattutto per le tavole a tutta pagina e per un tratto caratterizzato dalla forte espressività e mimica facciale dei personaggi, nonché da una grande accuratezza dello studio anatomico.

La New York multietnica, che è parte integrante della poetica dell’autore, vede trasformarsi il protagonista nell’artefice del suo destino, ma lo rende sempre realisticamente concreto, offrendo tangibilità a una quotidiano da cui si può solo tentare di evadere, ma al quale tutti siamo legati, come i piccoli protagonisti delle sue storie.

Angela Pansini

Will Eisner, Contratto con Dio,Fandango Libri, 176 pp., 14 euro

1 Discussion on ““Contratto con Dio” – Will Eisner”
  • Bisogna riconoscere che questa recensione è davvero… fantastica :-)
    (i miei complimenti ad Angela Pansini)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.