Posts by Angela Liuzzi

Le cinque punte

La storia vera  di Ilan, un narcotrafficante che dalla Colombia finisce in carcere. Ha soli 19 anni e dirige una vasta organizzazione di roba fra il Sudamerica, Stati Uniti ed Europa. Viene però arrestato nel 1985  e condannato a ventidue anni di carcere. Ne sconterà nove  tra Barcellona e San Quintini. Proprio in prigione la sua vita cambia: nasce il marchio De Puta Madre 69. Giulio Laurenti, Suerte, Einaudi, pagg.260,

Continua a leggere…

“Diario di un cazzeggiatore” – Samuel Benchetrit

Roman Stern è un cazzeggiatore professionista. È quello che tutti noi potremmo diventare se decidessimo di “essere agiti”, piuttosto che agire noi stessi. Il protagonista rappresenta il prototipo di persona incapace di porre un freno razionale al dolce far niente. Persino il dover ascoltare le lamentele delle persone che, come una calamita, attrae a sé è fonte di noia o fastidio: fosse per lui, si rintanerebbe nel suo guscio, possibilmente con

Continua a leggere…

“Kitchen” – Banana Yoshimoto

Nel mondo di Banana Yoshimoto l’ambiguità regna sovrana; i rapporti uomo-donna non sono quelli normali, eppure sono molto più autentici. In questo mondo una ragazza è a suo agio solo in cucina, sia essa ultra tecnologica o vecchia e sporca. I padri possono reinventarsi e trasformarsi in bellissime madri, la solitudine può diventare una vera e propria amica (ma essere estremamente temuta al tempo stesso). Felicità è anche accorgersi che

Continua a leggere…

“Il garofano rosso” – Elio Vittorini

Avete dimenticato le sensazioni che tutti, nessuno escluso, abbiamo provato durante l’adolescenza? La confusione, gli ossimori dei nostri sentimenti, tipici di quel periodo? Io sì, li avevo dimenticati.Eppure ho vent’anni, non è passato molto tempo da quella fase. Quel flusso di emozioni rare, uniche, era seppellito sotto cumuli di “cose da grande”. Ci ha pensato Elio Vittorini, con il suo garofano rosso, a riportarlo alla luce. Con Alessio Mainardi, il protagonista, ho

Continua a leggere…

“L’odore del mondo” – Radhika Jha

Sì, è proprio vero: l’apparenza inganna. In particolare, ad ingannare sono spesso le schede dei libri che intendo comprare (e, puntualmente, compro, pentendomene dopo). Ma, si sa, è la logica del mercato. L’origine di questo breve incipit è l’ultimo libro che, come un’allocca, ho preso, perché attratta dalla rilegatura raffinata ed elegante di Neri Pozza, dall’immagine sulla copertina, dal titolo (L’odore del mondo: evocava immagini attraenti nella mia mente) e,

Continua a leggere…

“Il sesso inutile” – Oriana Fallaci

Recentemente la BUR ha deciso di riedire diverse opere di Oriana Fallaci fra cui Il sesso inutile, che la grande giornalista scrisse nel 1961 in occasione di un lungo viaggio nel mondo orientale alla scoperta della condizione femminile. Sicuramente questa testimonianza fu di grande impatto in un periodo, gli anni ’60, in cui c’erano una miriade di differenze sociali fra uomo e donna nel mondo occidentale (sì, lo so, ce ne sono

Continua a leggere…

“Cent’anni di solitudine” – Gabriel García Márquez

La storia dell’umanità. Del singolo e dell’umanità. Questo è “Cent’anni di solitudine”: un ciclone di vite, un tornado di esperienze, una bufera di scontri, passioni (anche nascoste, segrete, che non si possono, non si devono rivelare), amori, odi, silenzi, apatia, ma anche gioia di vivere, incoscienza. Sono entrata in questa storia, ho conosciuto Ursula, José Arcadio Buendía, i loro figli, i loro nipoti, fidanzati dei nipoti, bisnipoti, amici di famiglia, figli

Continua a leggere…

  • 1 9 10