Posts by Glenda Gurrado

“L’Abbazia di Northanger”- Jane Austen

Se Jane Austen era riuscita a farmi sognare con “Orgoglio e Pregiudizio”, mi ha fatto precipitare in un abisso di noia tenendomi per mano fra i corridoi de “La Abbazia di Northanger”. La trama è leggermente diversa rispetto al suo capolavoro ma la solfa è sempre la stessa: balli, abiti, imbarazzi, sguardi, civetterie e tanta tanta tanta convenienza sociale. La protagonista, Catherine, va in vacanza a Bath con una coppia

Continua a leggere…

“La Scure”- Marisa Vasco

Il mare. Cancella tutto, lui. Un’onda è un prova coperta, una parola non detta, una visione svanita. Il mare. Fa male quando è arrabbiato, ti mostra la realtà come uno specchio tagliente. È ruvido, amaro, glaciale. Riesce ad essere inflessibile ma anche così confortevole e familiare. Non sono mai riuscita a capire come si faccia a vivere in una città senza mare. Impazzirei. Me lo chiedo spesso ma non trovo

Continua a leggere…

“Intrighi e nobiltà”- Luigi Imperatore

Luigi Imperatore ci catapulta in un piccolo paese di provincia, dove un corpo inerme, scoperto in un’officina, sconvolge le vite di 3 meccanici allibiti. Paolo, Luigi e Carlo si improvvisano detective in missione per scoprire l’omicida del loro capo, immischiato da tempo in affari loschi. Il maresciallo Scognamiglio, sicuro di sé, ma non troppo, si muoverà nella stessa direzione dei tre ragazzi, fiutando tracce di nobiltà mescolate a puzzo di

Continua a leggere…

Intervista a Lello Gurrado

di Glenda Gurrado Lello Gurrado, anima barese ma residente a Milano dal 1950, lavora come giornalista professionista da quando aveva 22 anni: redattore, caporedattore, inviato speciale nei giornali delle più importanti case editrici nazionali come Mondadori, Rizzoli, Corriere della Sera. Autore de Il Mestieraccio, Gli sdrogati, Mamma eroina, Se ho smesso io,  San Siro la Scala del calcio, Don Mazzi prete da marciapiede, Nomination, Assassinio in libreria, La scommessa (che abbiamo recensito su Temperamente qui). Benvenuto su Temperamente. Lei

Continua a leggere…

“La scommessa” – Lello Gurrado

O nasci giallista o nasci accanito lettore di gialli. Riuscireste a immaginarvi cosa succederebbe se il primo incontrasse il secondo in un penitenziario e insieme scrivessero una storia?Lello Gurrado ha organizzato l’incontro e il risultato è assolutamente esplosivo. Renato Schiavi e Francesco De vita sono colpevoli. Entrambi. Per motivi diversi. Motivi che saranno celati esattamente per 251 pagine. Ma il giallo più esplicito è un altro, quello che riguarda la

Continua a leggere…

“A ciascuno il suo” – Leonardo Sciascia

“Unicuique suum” recita la testata de “L’Osservatore Romano” rivista religiosa letta da due anime nel paesino siciliano dell’entroterra, che si apre sullo sfondo del romanzo di Leonardo Sciascia. Queste due parole, che tradotte danno il titolo al romanzo, muovono il protagonista verso una rete di intrighi e misteri. Il farmacista Manno e il dottor Roscio vengono uccisi durante una battuta di caccia. Morte inaspettata, se solo il farmacista non avesse ricevuto pochi

Continua a leggere…

“La linea d’ombra” – Joseph Conrad

Quindici giorni per novantanove pagine. Mi sembra eccessivo. Ok. Sono miope, gli occhi mi bruciano e spesso devo togliermi gli occhiali e socchiudere le palpebre per trovare un po’ di pace. Ok. Ogni tanto cerco di studiare, ogni tanto. Ok. Bisogna anche dormire e mangiare e uscire di casa etc etc. Comunque, mi sembra eccessivo. Come ero contenta quando comprai il libro per soli due euro dalla fenomenale “Fiera del

Continua a leggere…

“Emmaus” – Alessandro Baricco

Caro Alessandro, sulle rive dell’OCEANO MARE ci siamo conosciuti. Mi hai conquistato con le tue parole preziose come la SETA. Ci siamo innamorati sulle note di NOVECENTO. Ho sognato CASTELLI DI RABBIA addormentata fra le tue braccia. Nella nostra CITY ho imparato ad avere fiducia in te. Ho sperato che QUESTA STORIA non avesse fine. Abbiamo iniziato a litigare, ormai SENZA SANGUE. Infine le nostre strade si sono separate ad EMMAUS.

Continua a leggere…

“Memorie di una Geisha” – Arthur Golden

La piccola Chiyo è costretta ad abbandonare la sua casa ubriaca di Yoroido, dove sua madre sta morendo e suo padre la segue cadendo nell’oblio della depressione. Chiyo viene separata da sua sorella e accompagnata in un okiya (una casa di geishe) di Kyoto dove, contrastata dalla bellissima Hatzumomo, riuscirà a diventare la geisha più desiderata del quartiere Gion, spinta da un sogno, una speranza, un’unica ragione di vita. Parliamo della

Continua a leggere…

“Cime tempestose” – Emily Brönte

Nel 1818 nasceva Emily Jane Brönte. Nel 1847 veniva pubblicato “Wuthering Heights”, l’unico romanzo di Emily Jane Brönte, definito da George Bataille “forse la più bella e la più folle, violenta storia d’amore[…]di tutti i tempi” . Nel 1848 moriva Emily Jane Brönte. Nel 2010 mi commuovo leggendo tanto odio e tanto amore condensati in un’unica storia. “Cime Tempestose” riesce a coinvolgere in maniera tanto forte il lettore, quanto i

Continua a leggere…

“Il giovane Holden” – J.D. Salinger

Sarebbe bello conoscere Holden Caulfield, scambiare due chiacchiere con lui, capire cosa c’è dietro tutti quegli ecc ecc, quei vattelapesca, quei compagnia bella. Sarebbe bello chiedergli come riesce a farsi cacciare da tutte le scuole che tenta di frequentare, chiedergli se odia di più il compagno di stanza che non si lava i denti o quello che gli chiede in prestito la giacca. Sarebbe bello incontrare Holden e chiedergli dove diavolo

Continua a leggere…

  • 1 6 7