Posts by Marina Lorusso

Su e giù per le scale – Monica Dickens

I presupposti perché Su e giù per le scale fosse un bel libro c’erano e promettevano bene. Monica Dickens, l’autrice, era pronipote del celebre scrittore inglese. Nata a Londra nel 1915 e cresciuta in una famiglia borghese, la fanciulla si era mostrata fin da subito insofferente all’ambiente perbenista, facendosi prima cacciare da una nota scuola femminile e prendendo poi la drastica decisione di abbandonare gli abiti eleganti per vestire quelli di cuoca

Continua a leggere…

Fame da libri. “La lettrice golosa” – Cara Nicoletti

Spesso le passioni più profonde nascono quando si è piccoli per trasformarsi da grandi in (quasi) devozione. Nata a Boston, nipote di un macellaio, Cara Nicoletti trascorre l’infanzia nella macelleria di suo nonno, nascondendosi dietro secchi di strutto e carni imponenti, divorando libri e merende fatte di panini con paté di fegatini pollo e salsicce. Crescendo, la ragazza coltiva il suo amore per i libri e si trasferisce a New York.

Continua a leggere…

“La donna che scriveva racconti” – Lucia Berlin

Da quando l’ho scoperta, Lucia Berlin mi segue come un angelo custode. La ritrovo ovunque: settimanali femminili, L’Espresso, diversi articoli in rete. Questa donna mi ha affascinato fin da subito. Gli occhi blu come il mare cristallino e la frangia sulla fronte ricordano la bellezza di una giovane Liz Taylor. La sua scrittura la mette al pari di grandi autori come Raymond Carver, Alice Munro, Bukowski, Don De Lillo. È

Continua a leggere…

“Esercizi di meraviglia. Fare la mamma con filosofia” – Vittoria Baruffaldi

Cosa c’è in comune tra un bambino e la filosofia? La meraviglia. “La meraviglia è l’aspetto luminoso del dubbio, si sofferma sugli oggetti come se li vedesse per la prima volta interrogandosi sul loro significato”. Al pari di un filosofo, un bambino osserva il mondo con curiosità, afferra gli oggetti, li capovolge, li analizza con attenzione. Quando cresce e comincia a parlare, si pone delle domande, chiede con ostinazione perché.

Continua a leggere…

“Anna” – Niccolò Ammaniti

Sicilia, anno 2020. Un virus aggressivo e violento ha sterminato quasi per intero la popolazione mondiale, risparmiando stranamente i bambini. È questo lo scenario che il lettore si trova davanti, quasi come la prima scena di un film, leggendo Anna, l’ultimo romanzo di Niccolò Ammaniti. Rimasta orfana, Anna si ritrova con il suo fratellino Astor a combattere una dura lotta alla sopravvivenza. A soli tredici anni la protagonista ha già

Continua a leggere…

“Lezioni americane” – Italo Calvino

Ripercorrendo la mia carriera di appassionata lettrice, mi ero accorta di non aver letto ancora nulla di Italo Calvino. Autore tra i più significativi del novecento italiano, le sue opere sono spesso letture obbligate durante l’adolescenza. Sarà stato proprio quest’obbligo a farmi desistere per tanti anni. Qualcosa mi diceva però che il momento era arrivato, così mi sono ritrovata tra le mani Lezioni Americane. Non è stato facile leggere questo

Continua a leggere…

Fame da libri. “Il quaderno di Maya”, Isabel Allende

A soli diciannove anni Maya Vidal è già consumata dalla vita. Dopo la perdita del suo amato nonno Popo, è caduta in un abisso oscuro e profondo: la droga, la violenza e l’alcool le hanno dilaniato il corpo e l’anima come una deflagrazione. Ricercata dall’FBI e da un gruppo di delinquenti senza scrupoli, grazie all’intervento della sua cara nonna Nini, Maya trova rifugio sull’isola di Chiloè, nel sud del Cile.

Continua a leggere…

“I baci non sono mai troppi” – Raquel Martos

Due bambine, un’amicizia che le unisce al punto da considerarsi sorelle, l’adolescenza, la loro vita da adulte. Sullo sfondo la città di Madrid. E’ questa la storia de I baci non sono mai troppi, romanzo d’esordio di Raquel Martos, edito da Feltrinelli. Eva è un ex attrice, un matrimonio giunto al capolinea e Lola, una figlia meravigliosa. Lucia è una donna in carriera da poco single. Eva insicura, timida e

Continua a leggere…

Fame da Libri. “L’estate del cane nero”

C’è qualcosa di speciale nei romanzi di Francesco Carofiglio, una magia difficile da spiegare. Un misto di nostalgia e di polvere, ricordi lontani e storie ambientate spesso in Puglia. Sarà per le mie origini baresi che i suoi libri mi attraggono come una calamita. Questo “campanilismo letterario” mi ha spinto ad avventurarmi in più di un suo libro. Il primo che ho letto è L’estate del cane nero. La storia

Continua a leggere…

“La regina dei cupcakes” – Elisa Della Scala

La regina dei cupcakes è il primo romanzo di Elisa Della Scala. Ambientato prima in un paesino dell’agro pontino e poi nella caotica Londra, racconta la storia di Antonio, un ragioniere ormai settantenne. Cinico, poco incline ai rapporti umani e pieno di rancore verso la vita, il protagonista ha dovuto rinunciare ai suoi sogni di botanica per dedicarsi alla storica attività di famiglia, lo studio Commercialista Esposito. Tutto per colpa

Continua a leggere…

“Dacci oggi il nostro pane quotidiano” – Catena Fiorello

  Qual è il fulcro attorno al quale ruota una famiglia? Qual è il luogo più accogliente e caldo di una casa? Senza dubbio la cucina. Quando entro in una casa sconosciuta, la prima stanza che osservo con attenzione (oltre a un’eventuale libreria che trabocca di libri) è la cucina. Dal suo arredo, dal colore delle presine e utensili appesi, dalla cura del suo disordine, mi faccio un’idea delle persone

Continua a leggere…

Fame da libri. Marmellata di chabacanos, tratto da “Dolce come il cioccolato” di Laura Esquivel

Cibo e desiderio: prima puntata Quanti sono i romanzi che raccontano il nesso profondo tra cibo e desiderio? E quanti ancora i film? Come dimenticare le scene piccanti e sensuali del cult Nove settimane e mezzo? E le canzoni? Ricordate il testo di Vieni a vivere con me di Luca Carboni, la parte in cui il cantautore bolognese fantastica su usi alternativi della maionese? E che dire degli studi scientifici

Continua a leggere…

  • 1 2