Posts by Stefano Cautela

L’arte allo stato gassoso – Yves Michaud

Il filosofo francese Yves Michaud, autore del saggio L’arte allo stato gassoso, si pone alcune domande per comprendere i mutamenti avvenuti nell’epoca del trionfo dell’estetica: la nostra epoca. Che cos’è dunque l’arte e come è cambiata nel corso del tempo? Esiste un giudizio estetico assoluto in un regime dominato dalla frammentazione di stili e tendenze? E soprattutto, ha ancora senso parlare di arte in un mondo in cui il bello

Continua a leggere…

“Il sospetto”, uno sceneggiato da Friedrich Dürrenmatt

Il sospetto è un geniale “antiromanzo” giallo, in cui lo scrittore svizzero Friedrich Dürrenmatt cerca di rispondere agli interrogativi tipici della sua narrativa. Cosa spinge l’anziano commissario Hans Barlach a indagare sul medico nazista Nehle, torturatore nel campo di concentramento di Stutthof, un boia che uccideva le sue vittime durante terribili operazioni chirurgiche? È un impulso irrazionale il suo, un inspiegabile bisogno di giustizia? O desidera che la ragione trionfi

Continua a leggere…

“L’occhio” – Vladimir Nabokov

A chi non è capitato di contemplare in silenzio la realtà circostante ed immaginare storie, personaggi, intrecci, elementi che rappresentano solo una possibilità tra tante? Lo scrittore, si sa, è un osservatore eccellente: dal suo occhio (e dalla sua penna) nascono racconti solo in parte riconducibili alla realtà, che da essa si allontanano per approdare ad altre dimensioni, più o meno lontane. Vladimir Nabokov questo lo sa bene: dai romanzi

Continua a leggere…

kaspar Houser

“Kaspar Hauser. Un delitto esemplare contro l’anima” – Anselm Von Feuerbach

Ci sono storie così incredibili da sembrare inventate, eventi eccezionali e, tuttavia, realmente accaduti. L’enigma di Kaspar Hauser rientra a pieno titolo in questa categoria e, dopo aver influenzato generazioni di scrittori e artisti, non smette di sorprendere ancora oggi. Per ricostruirne i momenti principali, oltre allo splendido film di Werner Herzog, è assolutamente consigliata la lettura del libro di Anselm Von Feuerbach, pubblicato nel 1832 con un titolo eclatante:

Continua a leggere…

“Ricomincio dai libri”, una fiera napoletana e qualche riflessione

La fiera “Ricomincio Dai Libri”, organizzata il 20 e 21 settembre a San Giorgio a Cremano, nella splendida cornice della settecentesca Villa Bruno, era un evento che, sulla carta, avrebbe dovuto offrire spazio e visibilità ai piccoli editori locali, agli scrittori e a tutte le persone interessate alla diffusione della cultura, della civiltà e del rispetto. L’inizio, purtroppo, non è dei più confortanti: un allarme-bomba costringe polizia e artificieri a

Continua a leggere…

“Il processo” – Franz Kafka

(Preambolo non necessario:) Franz Kafka è certamente uno degli scrittori più significativi del secolo scorso. La sua opera, caratterizzata da toni oscuri e paranoici, ma non priva di una personale ironia, rappresenta uno straordinario punto di convergenza tra differenti scuole letterarie e anticipa tendenze della narrativa dei decenni successivi, come l’esistenzialismo e il realismo magico. Elemento tipico della narrativa kafkiana è la sua incompiutezza: lo scrittore praghese pubblica in vita

Continua a leggere…

“Lo straniero” – Albert Camus

È il 1942 quando Albert Camus pubblica Lo straniero, il suo primo e sconvolgente romanzo; da allora in poi, la letteratura non sarà più la stessa. Nato in Algeria da coloni francesi, laureato in filosofia e appassionato di calcio (fu un ottimo portiere), Camus è sconvolto da eventi traumatici, che segneranno la sua esistenza e la sua poetica: la morte precoce del padre, la tubercolosi, il fallimento del matrimonio con

Continua a leggere…

“La vita breve” – Juan Carlos Onetti

Analizzare le dinamiche che spingono uno scrittore a realizzare il suo capolavoro è un’operazione difficile e, per certi versi, priva di senso: bisogna prendere in considerazione insofferenze, solitudini, delusioni, un ricco retroscena che conduce l’artista sull’orlo di un abisso e lo spinge a ricercare la liberazione attraverso l’arte. La letteratura, in questo caso. Non so chi o cosa abbia spinto Juan Carlos Onetti a concepire un’opera spiazzante e indecifrabile come

Continua a leggere…