Category Recensioni

“Zoo” – Isabella Santacroce

Zoo di Isabella Santacroce è un libro che parla di una famiglia. Peccato che tutte le belle emozioni che vi ha suscitato la parola ‘famiglia’ verranno spazzate via con lo scorrere delle pagine. Nel nucleo famigliare dei tre protagonisti non c’è nulla di più lontano dalla solidarietà e dall’amore filiale. Relazioni morbose, deviate, volte più a colpire ed infastidire gli altri componenti piuttosto che perseguire un bene comune. La voce

Continua a leggere…

“Pane per i Bastardi di Pizzofalcone” – Maurizio de Giovanni

Non è facile essere un poliziotto a Napoli, se si fa parte della squadra dei Bastardi di Pizzofalcone: bisogna dimostrare ogni giorno di saper fare il proprio lavoro, di avere acume e onestà, di essere in grado di svelare intricate trame criminali, di meritare la fiducia che la dottoressa Piras, Pubblico Ministero che ha particolarmente a cuore le sorti del commissariato di Pizzofalcone, ripone nel gruppo; le cose si complicano,

Continua a leggere…

“Non spiegatemi le poesie che devono restare piegate” – Ivan Talarico

Ivan Talarico è attore, musicista, poeta. Ha pubblicato per Gorilla Sapiens la sua seconda raccolta di poesie dal titolo volutamente equivoco Non spiegatemi le poesie che devono restare piegate , da cui tiro fuori subito questa: E se io morissi domani? Mi avresti amato abbastanza o avresti qualcosa nel ventre che hai dimenticato di darmi, che conservavi per i giorni migliori? E se io fossi morto prima di conoscerti? Non avresti

Continua a leggere…

“Bestiario fiorito” – Antonio Lillo

Il Bestiario Fiorito di Antonio Lillo, una raccolta di versi poetici molto vicina alla realtà, che viene dalla rude Puglia.

L’immortale –Eduardo Kovalivker

Ho deciso di cominciare il 2017 con L’immortale di Eduardo Kovalivker, ci cui ho recentemente recensito la raccolta di poesie Ricordi e dissensi, forse perché a inizio anno abbiamo la sensazione di avere miriadi di possibilità, tra cui magari anche una illusoria felicità (e facilità) immortale. Un essere immortale ha brama di comprendere l’universo, obiettivo che chiaramente non può essere perseguito nel corso di qualche anno. Occorrono secoli. Il protagonista

Continua a leggere…

Remi Tot in Stunt – Martoz

Martoz disegna una storia fuori dalle classiche strisce. Ecco a voi Remi Tot in Stunt, un graphic novel dalla potenza espressiva incredibile.

Quel che conta non sa contare – A. Chiara Scardicchio

Un manifesto breve di Logica & Fantastica mi è sembrato un (auto)regalo opportuno per Natale, così ho letto d’un fiato in questi ultimi giorni del complicato 2016 Quel che conta non sa contare di Antonia Chiara Scardicchio, disponibile tra gli scaffali da un paio di settimane. Ho avuto più occasioni di incontrare di persona Chiara, che è docente e ricercatrice in Pedagogia Sperimentale, presso l’Università degli Studi di Foggia, nonché

Continua a leggere…

” Una stanza piena di gente” – Daniel Keyes

La biografia del famoso sociopatico americano Billy Mlligan, nel libro che ne racconta le torbide ossessione e la convivenza con tante diverse personalità nella sua testa. Il primo caso di assoluzione per infermità mentale.

Ricordi e dissensi – Eduardo Kovalivker

Le idee, gli ideali e i ricordi devono girare il mondo per esistere; succede questo in Ricordi e dissensi, raccolta di poesie di Eduardo Kovalivker, scrittore argentino. Non avevo mai sentito nominare questo autore, pur essendo stato ospitato dall’ateneo barese nel 2014, da me frequentato negli scorsi anni, ma sono felice di aver almeno incrociato il suo pensiero, anzi l’intera sua vita; ho potuto sfogliare i suoi ricordi, le sue

Continua a leggere…

“Ordine e mutilazione” – Elena Zuccaccia

Una raccolta poetica graffiante, cannibale, tesa, eppure languida e sensuale: “Ordine e mutilazione”” di Elena Zuccaccia.

“My generation” – Igort

My Generation: inno punk e inno della vita del fumettista italiano Igort. Ecco la sua autobiografia.

Le ragazze – Emma Cline

Rimanere saldi in vetta alla Bestseller List del New York Times per molte settimane consecutive, vendere i diritti editoriali in 35 Paesi, con tanto di versione cinematografica già opzionata, non è cosa che capiti a tutti gli scrittori. Specialmente se hanno 27 anni e pubblicano il romanzo d’esordio. Ma è capitato a Emma Cline, un contratto già firmato per altri due libri, arrivata sugli scaffali con il probabile caso editoriale

Continua a leggere…