Category Recensioni

La strada di Miro

La strada di Miro è una lunga lunghissima strada. Miro non svolta mai e la percorre tutta. L’albo di Tiziana Rinaldi La strada di Miro è un elogio alla tranquillità e alla calma del ritorno a casa dopo una lunga giornata di lavoro in fabbrica. Miro è un uomo sorridente, che ha deciso di vivere in campagna per assaporare la lentezza della vita e la quotidianità di gesti rispettosi dell’essere

Continua a leggere…

“Ti guarisco io, disse l’Orsetto : la storia di quella volta che il piccolo Tigrotto era malato” – Janosch

Qual è la miglior medicina per guarire in fretta da una malattia? Alzi la mano chi non desidera tante coccole quando si è costretti a letto. L’albo illustrato di Janosch intitolato Ti guarisco io, disse l’orsetto parla di malanni, ospedali e coccole. Ho scoperto questo tenerissimo albo di Janosch pochi giorni fa e sono rimasta incantata dalla dolcezza del racconto e dalle illustrazioni malinconiche e lineari. Il racconto è stato scritto

Continua a leggere…

“Spazio aperto” – Christophe Lèon

La letteratura per ragazzi: questa sconosciuta. Espressione discutibile se si pensa al numero di volumi che, in libreria, affollano gli scaffali dedicati a questo genere. Eppure, i lettori “adulti” tendono a passare velocemente davanti alla sfilata di questi titoli, per dedicarsi a generi più adeguati al loro gusto e alla loro età. Letteratura per ragazzi  è invece un’etichetta troppo stretta per classificare alcuni capolavori firmati da coloro che potremmo definire

Continua a leggere…

“La compagnia dei soli” – Patrizia Rinaldi e Marco Paci

Non è facile raccontare la fine del mondo a chi deve ancora iniziare a conoscerlo. Ai ragazzi manca (o dovrebbe mancare) il senso della definitiva distruzione, dell’abisso senza ritorno: loro sono vita e speranza, occhi puntati sul futuro. E allora come si fa a descrivere loro l’apocalisse? Patrizia Rinaldi e Marco Paci, rispettivamente scrittrice e illustratore, hanno provato a farlo, narrando una storia di coraggio e fiducia, di amicizia e gioco

Continua a leggere…

Su e giù per le scale – Monica Dickens

I presupposti perché Su e giù per le scale fosse un bel libro c’erano e promettevano bene. Monica Dickens, l’autrice, era pronipote del celebre scrittore inglese. Nata a Londra nel 1915 e cresciuta in una famiglia borghese, la fanciulla si era mostrata fin da subito insofferente all’ambiente perbenista, facendosi prima cacciare da una nota scuola femminile e prendendo poi la drastica decisione di abbandonare gli abiti eleganti per vestire quelli di cuoca

Continua a leggere…

“Sui passi di Francesco” – Diego Fontana

Che significato può assumere per un uomo un pellegrinaggio laico – un cammino sfibrante, sincero, sporco, un percorso di sassi e di dolore fisico, di fatica e di gaudio? Se ciascuno di noi, a un certo punto della vita, decidesse di percorrere a piedi la via da La Verna ad Assisi, certamente risponderebbe a modo suo, e avremmo dieci, cento, mille commenti diversi. Il cammino di Diego Fontana, autore di

Continua a leggere…

Le stelle di Srebrenica – Daniela Quadri

Le stelle di Srebrenica di Daniela Quadri è un romanzo edito da Leucotea, che immagino scritto alla stessa maniera in cui i pescatori creavano le reti. Sì, perché vicende e personaggi sono intrecciati senza saperlo, così come fa la vita e, per emulazione, la fantasia e la capacità narrativa di certi scrittori. Incuriosisce e tiene sospesi già dalle prime pagine, niente è scontato e anche quando il lettore arriva a

Continua a leggere…

“Un karma pesante” – Daria Bignardi

Daria Bignardi alle prese con il karma. Una storia semplice, raccontata in modo non banale, come la giornalista sa fare, e che ti trascina al suo interno.

Sergente Romano – Marco Cardetta

Lo dirò da subito: ho avuto un rapporto non proprio diretto e lineare con Sergente Romano, il romanzo “storico” (lo metto tra virgolette perché l’autore stesso, Marco Cardetta, si definisce un antistoricista), eppure quest’opera ha vinto il Premio Vittorio Bodini-La Luna dei Borboni 2014 ed è poi stato pubblicato da LiberAria nel 2016, ottenendo un’ulteriore vittoria per il Premio Pasolini – Barile, sempre lo scorso anno. Non ho capito cosa

Continua a leggere…

L’adatto vocabolario di ogni specie – Alessandro Silva

Non ho idea di come Alessandro Silva, scrittore di Parma, possa giungere a scrivere dell’Ilva di Taranto, in una insolita raccolta poetica… sarà che c’è L’adatto vocabolario di ogni specie o sarà per l’assonanza tra il cognome e lo stabilimento pugliese. Nella maggior parte dei casi sono convinta che la poesia possa astrarre ed elevare, alleggerire per condurre ad una verità superiore. Questa volta, dopo aver letto L’adatto vocabolario di

Continua a leggere…

Il mondo finisce al Caffè Torrefazione – Paolo Autino

Si dice che il mondo finisca al Caffè Torrefazione e che dopo quello non ci sia più nulla, tutto finito, oltre, non si va. È proprio quello che ci racconta Gianni, protagonista e voce narrante del romanzo di Paolo Autino. Ci troviamo nel 1976, quando tutto inizia, quando cioè la vita di Gianni e dei suoi amici si incrocia – forse sarebbe meglio dire ʽscontraʼ – con la famiglia Nocera,

Continua a leggere…

“Zoo” – Isabella Santacroce

Zoo di Isabella Santacroce è un libro che parla di una famiglia. Peccato che tutte le belle emozioni che vi ha suscitato la parola ‘famiglia’ verranno spazzate via con lo scorrere delle pagine. Nel nucleo famigliare dei tre protagonisti non c’è nulla di più lontano dalla solidarietà e dall’amore filiale. Relazioni morbose, deviate, volte più a colpire ed infastidire gli altri componenti piuttosto che perseguire un bene comune. La voce

Continua a leggere…