Category Recensioni

“La compagnia dei soli” – Patrizia Rinaldi e Marco Paci

Non è facile raccontare la fine del mondo a chi deve ancora iniziare a conoscerlo. Ai ragazzi manca (o dovrebbe mancare) il senso della definitiva distruzione, dell’abisso senza ritorno: loro sono vita e speranza, occhi puntati sul futuro. E allora come si fa a descrivere loro l’apocalisse? Patrizia Rinaldi e Marco Paci, rispettivamente scrittrice e illustratore, hanno provato a farlo, narrando una storia di coraggio e fiducia, di amicizia e gioco

Continua a leggere…

Su e giù per le scale – Monica Dickens

I presupposti perché Su e giù per le scale fosse un bel libro c’erano e promettevano bene. Monica Dickens, l’autrice, era pronipote del celebre scrittore inglese. Nata a Londra nel 1915 e cresciuta in una famiglia borghese, la fanciulla si era mostrata fin da subito insofferente all’ambiente perbenista, facendosi prima cacciare da una nota scuola femminile e prendendo poi la drastica decisione di abbandonare gli abiti eleganti per vestire quelli di cuoca

Continua a leggere…

“Sui passi di Francesco” – Diego Fontana

Che significato può assumere per un uomo un pellegrinaggio laico – un cammino sfibrante, sincero, sporco, un percorso di sassi e di dolore fisico, di fatica e di gaudio? Se ciascuno di noi, a un certo punto della vita, decidesse di percorrere a piedi la via da La Verna ad Assisi, certamente risponderebbe a modo suo, e avremmo dieci, cento, mille commenti diversi. Il cammino di Diego Fontana, autore di

Continua a leggere…

Le stelle di Srebrenica – Daniela Quadri

Le stelle di Srebrenica di Daniela Quadri è un romanzo edito da Leucotea, che immagino scritto alla stessa maniera in cui i pescatori creavano le reti. Sì, perché vicende e personaggi sono intrecciati senza saperlo, così come fa la vita e, per emulazione, la fantasia e la capacità narrativa di certi scrittori. Incuriosisce e tiene sospesi già dalle prime pagine, niente è scontato e anche quando il lettore arriva a

Continua a leggere…

“Un karma pesante” – Daria Bignardi

Daria Bignardi alle prese con il karma. Una storia semplice, raccontata in modo non banale, come la giornalista sa fare, e che ti trascina al suo interno.

Sergente Romano – Marco Cardetta

Lo dirò da subito: ho avuto un rapporto non proprio diretto e lineare con Sergente Romano, il romanzo “storico” (lo metto tra virgolette perché l’autore stesso, Marco Cardetta, si definisce un antistoricista), eppure quest’opera ha vinto il Premio Vittorio Bodini-La Luna dei Borboni 2014 ed è poi stato pubblicato da LiberAria nel 2016, ottenendo un’ulteriore vittoria per il Premio Pasolini – Barile, sempre lo scorso anno. Non ho capito cosa

Continua a leggere…

L’adatto vocabolario di ogni specie – Alessandro Silva

Non ho idea di come Alessandro Silva, scrittore di Parma, possa giungere a scrivere dell’Ilva di Taranto, in una insolita raccolta poetica… sarà che c’è L’adatto vocabolario di ogni specie o sarà per l’assonanza tra il cognome e lo stabilimento pugliese. Nella maggior parte dei casi sono convinta che la poesia possa astrarre ed elevare, alleggerire per condurre ad una verità superiore. Questa volta, dopo aver letto L’adatto vocabolario di

Continua a leggere…

Il mondo finisce al Caffè Torrefazione – Paolo Autino

Si dice che il mondo finisca al Caffè Torrefazione e che dopo quello non ci sia più nulla, tutto finito, oltre, non si va. È proprio quello che ci racconta Gianni, protagonista e voce narrante del romanzo di Paolo Autino. Ci troviamo nel 1976, quando tutto inizia, quando cioè la vita di Gianni e dei suoi amici si incrocia – forse sarebbe meglio dire ʽscontraʼ – con la famiglia Nocera,

Continua a leggere…

“Zoo” – Isabella Santacroce

Zoo di Isabella Santacroce è un libro che parla di una famiglia. Peccato che tutte le belle emozioni che vi ha suscitato la parola ‘famiglia’ verranno spazzate via con lo scorrere delle pagine. Nel nucleo famigliare dei tre protagonisti non c’è nulla di più lontano dalla solidarietà e dall’amore filiale. Relazioni morbose, deviate, volte più a colpire ed infastidire gli altri componenti piuttosto che perseguire un bene comune. La voce

Continua a leggere…

“Pane per i Bastardi di Pizzofalcone” – Maurizio de Giovanni

Non è facile essere un poliziotto a Napoli, se si fa parte della squadra dei Bastardi di Pizzofalcone: bisogna dimostrare ogni giorno di saper fare il proprio lavoro, di avere acume e onestà, di essere in grado di svelare intricate trame criminali, di meritare la fiducia che la dottoressa Piras, Pubblico Ministero che ha particolarmente a cuore le sorti del commissariato di Pizzofalcone, ripone nel gruppo; le cose si complicano,

Continua a leggere…

“Non spiegatemi le poesie che devono restare piegate” – Ivan Talarico

Ivan Talarico è attore, musicista, poeta. Ha pubblicato per Gorilla Sapiens la sua seconda raccolta di poesie dal titolo volutamente equivoco Non spiegatemi le poesie che devono restare piegate , da cui tiro fuori subito questa: E se io morissi domani? Mi avresti amato abbastanza o avresti qualcosa nel ventre che hai dimenticato di darmi, che conservavi per i giorni migliori? E se io fossi morto prima di conoscerti? Non avresti

Continua a leggere…

“Bestiario fiorito” – Antonio Lillo

Il Bestiario Fiorito di Antonio Lillo, una raccolta di versi poetici molto vicina alla realtà, che viene dalla rude Puglia.