Category ‘900

“87 tragedie in due battute” – A. Campanile

Personalmente, sono sempre stata attratta dagli umoristi. Un sacco di gente, ed anche tanta bella gente, come critici ed intellettuali, la considera un’arte minore, ma non mi interessa (e poi, andassero a parlarne con Pirandello e Flaiano).E, quando ho comprato il libro di cui vado (dove vado?) a parlarvi (a voi?voi chi?), avevo bisogno di ridere. E a colpo sicuro, sono andata (ah da qualche parte, sono andata) su questa

Continua a leggere…

“Il garofano rosso” – Elio Vittorini

Avete dimenticato le sensazioni che tutti, nessuno escluso, abbiamo provato durante l’adolescenza? La confusione, gli ossimori dei nostri sentimenti, tipici di quel periodo? Io sì, li avevo dimenticati.Eppure ho vent’anni, non è passato molto tempo da quella fase. Quel flusso di emozioni rare, uniche, era seppellito sotto cumuli di “cose da grande”. Ci ha pensato Elio Vittorini, con il suo garofano rosso, a riportarlo alla luce. Con Alessio Mainardi, il protagonista, ho

Continua a leggere…

“Wide Sargasso Sea” – J. Rhys

Questo libro mi è stato regalato prima di andare in vacanza, poiché ambientato nei Caraibi e quindi di buon augurio per il relax e lo spirito da villeggiatura; naturalmente, chi me l’ha regalato non aveva letto la storia o, perlomeno, non se la ricordava bene!!L’inquietudine e il malocchio perseguitano la protagonista e la sua famiglia, ed il fatto che qualcosa di terribile stia per avvenire è intuibile sin dalle prime

Continua a leggere…

“Il sesso inutile” – Oriana Fallaci

Recentemente la BUR ha deciso di riedire diverse opere di Oriana Fallaci fra cui Il sesso inutile, che la grande giornalista scrisse nel 1961 in occasione di un lungo viaggio nel mondo orientale alla scoperta della condizione femminile. Sicuramente questa testimonianza fu di grande impatto in un periodo, gli anni ’60, in cui c’erano una miriade di differenze sociali fra uomo e donna nel mondo occidentale (sì, lo so, ce ne sono

Continua a leggere…

“L’urlo e il furore” – William Faulkner

Un libro terribilmente bello. Terribilmente perché bisogna voler superare tutte le difficoltà di ciò che è nuovo e complesso. Bisogna voler arrivare alla fine di questa intricata storia di famiglia bene del New England, per raccapezzarsi tra Caddy, il caddie, Quentin l’adulto – oppure Quentin la ragazzina?-, luci che si accendono e cose che si muovono e roteano, domestici negri e zii, fiere e bastonate. Bisogna vincere l’iniziale caos della mente

Continua a leggere…

“Cent’anni di solitudine” – Gabriel García Márquez

La storia dell’umanità. Del singolo e dell’umanità. Questo è “Cent’anni di solitudine”: un ciclone di vite, un tornado di esperienze, una bufera di scontri, passioni (anche nascoste, segrete, che non si possono, non si devono rivelare), amori, odi, silenzi, apatia, ma anche gioia di vivere, incoscienza. Sono entrata in questa storia, ho conosciuto Ursula, José Arcadio Buendía, i loro figli, i loro nipoti, fidanzati dei nipoti, bisnipoti, amici di famiglia, figli

Continua a leggere…

“Il giovane Holden” – J.D. Salinger

Sarebbe bello conoscere Holden Caulfield, scambiare due chiacchiere con lui, capire cosa c’è dietro tutti quegli ecc ecc, quei vattelapesca, quei compagnia bella. Sarebbe bello chiedergli come riesce a farsi cacciare da tutte le scuole che tenta di frequentare, chiedergli se odia di più il compagno di stanza che non si lava i denti o quello che gli chiede in prestito la giacca. Sarebbe bello incontrare Holden e chiedergli dove diavolo

Continua a leggere…

  • 1 6 7