Category Saggistica

“Il risotto alla milanese” – Felice Bonalumi

Questo libro sarà presentato sabato 10 alle 18 presso Ca Mat nel corso del Festival di Libritudine 7dal suo autore.  Quando si dice prendere un argomento e sviscerarlo sotto ogni aspetto. L’autore, milanese di nascita (?) e soprattutto di passione (lo si evince da come parla della città meneghina) compie un excursus storico dalla nascita del piatto dorato condendo la narrazione con le varie versioni della leggenda, fino ad arrivare

Continua a leggere…

“L’abbandono” – Martin Heidegger

«L’assenza di pensiero, che sempre più sta prendendo piede nel nostro tempo, si fonda su un evento che distrugge l’uomo nell’intimo: l’uomo del nostro tempo è in fuga davanti al pensiero». Nel corso di una conferenza del 1955, pubblicata come L’abbandono, il filosofo tedesco Martin Heidegger esamina le declinazioni del pensiero calcolante, quello che progetta e mette in conto, che insegue senza tregua un’occasione dopo l’altra, che è incessantemente all’opera

Continua a leggere…

L’arte allo stato gassoso – Yves Michaud

Il filosofo francese Yves Michaud, autore del saggio L’arte allo stato gassoso, si pone alcune domande per comprendere i mutamenti avvenuti nell’epoca del trionfo dell’estetica: la nostra epoca. Che cos’è dunque l’arte e come è cambiata nel corso del tempo? Esiste un giudizio estetico assoluto in un regime dominato dalla frammentazione di stili e tendenze? E soprattutto, ha ancora senso parlare di arte in un mondo in cui il bello

Continua a leggere…

“Un format per la realtà” – Marina Mongelli

Un format per la realtà. Il Gruppo 63 tra letteratura e tv  rappresenta il debutto editoriale di Marina Mongelli, neolaureata in Filologia Moderna. Ben si inserisce in quest’anno che festeggia (e coglie il pretesto per riflettere su) i 60 anni di Rai. Il saggio muove i primi passi non dalle origini della tv, ma dagli anni ‘70, quando ormai il televisore è presente in molte delle case degli italiani e

Continua a leggere…

“Il gesto cavo” – Marina Rippa

Dai romanzi di Milan Kundera ai saggi di Maurice Merleau-Ponty, le disquisizioni sulla filosofia del corpo mi hanno sempre appassionato molto. E così, quando in libreria ho adocchiato Il gesto cavo, ho capito subito d’aver trovato pane per i miei denti. Marina Rippa, fondatrice del gruppo di ricerca teatrale “Libera Mente” di Napoli, illustra in queste pagine il senso del suo lavoro sul movimento e sulla drammaturgia del corpo, unitamente

Continua a leggere…

“Esperienza e educazione” – John Dewey

Perché ripubblicare, oggi, Esperienza e educazione di John Dewey? A mio avviso, quella dell’editore Raffaello Cortina è un’operazione di recupero quasi obbligata: inutile nascondere che, adesso come allora (più di allora?) i metodi educativi, e in particolare quelli scolastici, sembrano necessitare di una revisione, quanto mai massiccia, che parta dalla base. E quest’opera del 1938 ridiscute tanto l’approccio autoritario quanto quello indulgente, in favore di una sintesi metodologica che possa

Continua a leggere…

“L’angoscia del pensare” — Evelyne Grossman

Confrontandosi con molti scrittori moderni, in particolare della cultura francese contemporanea, si può avere l’impressione che l’attività della lettura non dipenda tanto «da una captazione immaginaria», quanto piuttosto dalla capacità di sopportare gli effetti di stati emotivi, più o meno violenti e destrutturanti, che il testo è in grado di esercitare. Antonin Artaud parlerà, a questo proposito, di una «angoscia in cui la mente resta strangolata». In altre parole, il

Continua a leggere…

“Pianissimo. Libri sulla strada” – Filippo Nicosia

Chi va piano, si sa, va sano e va lontano; ma da oggi chi va pianissimo… va fortissimo! Permettetemi di rielaborare il noto proverbio, giacché l’occasione lo consente. “Pianissimo – Libri sulla strada” è infatti un’iniziativa davvero forte. Nata dalla passione di un noto e valente addetto ai lavori, il messinese Filippo Nicosia, l’idea di un libreria itinerante che potesse in qualche modo contrastare la carenza di spazi per la

Continua a leggere…

“La filosofia di Frank Zappa” – Stefano Marino

Finalmente! Era una vita che aspettavo di leggere un libro su Frank Zappa che si staccasse dalla solita biografia e dalla solita raccolta di testi tradotti. Per carità, non che siano mancati tentativi editoriali più critici (e penso ad esempio a Frank Zappa domani, raccolta di saggi pubblicata nel 2000 da Castelvecchi), ma quel che mi è sempre mancato è stato imbattermi in uno studio sull’opera zappiana che ne analizzasse

Continua a leggere…

“Nemici di penna. Insulti e litigi dal mondo dei libri” – Giulio Passerini

Dopo una serie di recensioni piuttosto impegnative sull’inferno di Auschwitz, sulla psicocritica e sui prodromi dell’individualismo anarchico, in occasione delle vacanze pasquali ho deciso di privilegiare un volumetto molto leggero, un libello sfizioso da portare magari in gita a Pasquetta, e tuttavia a suo modo istruttivo: Nemici di penna. Insulti e litigi dal mondo dei libri, di Giulio Passerini. Si tratta di un testo molto interessante in quanto affronta un

Continua a leggere…

“Max Stirner. Vita e Opere” – John Henry Mackay

«Che uomo era Stirner? – Questa è la domanda che fino ad ora doveva restare senza risposta, perché non si riusciva a trovare alcun testimone per darne una. Stirner non aveva neanche un nemico personale. Poiché in tutta la sua vita non ha espresso alcun giudizio e non ha avuto attriti con nessuno, nessuno ha giudicato lui. Ma, così come non aveva nemici, non aveva neanche amici». Compiuta nel 1914

Continua a leggere…

“Scritti di psicocritica. Profili psicologici di poeti e narratori italiani contemporanei” – Enrico Castrovilli

Cari lettori dalla testa temperata, torniamo a occuparci di psicocritica e di Enrico Castrovilli. Dopo aver condotto accurate analisi psicologiche e letterarie relative a molti e importanti autori del Novecento (da Saba a Pavese, da Montale a Ungaretti a Campana), Castrovilli pubblica ora un volume sugli scrittori italiani del Duemila. Sotto l’occhio dello psicocritico, infatti, ci sono stavolta narratori come Paolo Giordano, Raffaele Nigro, Mario Desiati e Nicola Lagioia. Ricordando

Continua a leggere…