Category Libri a teatro

Il giocatore – Teatro Bellini, Napoli

Scena quasi spoglia, luci bluastre. Un uomo in carrozzina è seduto immobile, curvo; alle sue spalle una figura grottesca muove la sedia a rotelle, e infine lo scarica sul pavimento come un peso morto. L’uomo inerme è lui, il giocatore; il burattinaio che lo tiene in pugno è il croupier, che per tutta la durata dello spettacolo non sarà un personaggio, ma una maschera impersonale che proclama numeri in francese.

Continua a leggere…

Ormai sono una Milf – Pintus al Teatro Team

Può succedere che un sabato pomeriggio Pintus ti faccia cambiare i programmi per la serata. Così mi son ritrovata ad accettare l’invito di un amico per lo spettacolo Ormai sono una Milf di questo esilarante comico e imitatore. Duemila persone tra bambini, giovani e adulti. Tutti esauriti i posti al Teatro Team di Bari, sabato 4 febbraio, per due ore (o più, ieri ho perso la cognizione del tempo) di

Continua a leggere…

Perché il Teatro i dice STOP alla stagione

Il Teatro i di Milano, giovane ma combattiva realtà teatrale indipendente della città, ha deciso di sospendere prima del previsto la sua attività teatrale. Un comunicato stampa ne annunciava la decisione e le ragioni ma per capire meglio la faccenda ho deciso di chiedere a Federica Fracassi, direttrice artistica di Teatro i insieme a Renzo Martinelli e Francesca Garolla. Teatro I interrompe la stagione prematuramente. Quali sono le motivazioni che

Continua a leggere…

Dalla Tunisia a Milano: MOUV’MA! per la Rassegna Apache

Incontro il collettivo teatrale Corps Citoyen, formato da giovanissimi attori tunisini, in Italia alle Manifatture Teatrali Milanesi nell’ambito della rassegna Apache, con lo spettacolo MOUV’MA!. Come si è formato il Collettivo Corps Citoyen? Corps Citoyen nasce nel 2013 da una serie di laboratori che portavano lo stesso nome. L’idea di un codice fisico, corporeo che potesse essere lo strumento espressivo più adatto a raccontare il presente della Tunisia in pieno

Continua a leggere…

“FÄK FEK FIK. Le tre giovani” di Werner Schwab alle Manifatture Teatrali Milanesi

Nella seconda settimana di Febbraio,le Manifatture Teatrali Milanesi, nell’ambito della rassegna teatrale Apache, dedicata alle nuove drammaturgie, ha ospitato lo spettacolo dal titolo “Fak Fek Fik. Le tre giovani”. Il lavoro, reduce dalla vittoria al Fringe festival di Roma, è frutto di un laboratorio dedicato a Werner Schwab, drammaturgo austriaco, maledetto e irriverente, morto nel 1994 a 35 anni per overdose di alcool, lasciando opere che si distinguono per la ferocia iconoclasta e la spietata schiettezza. Il regista

Continua a leggere…

“Il più grande artista del mondo dopo Hitler” – Manifatture Teatrali Milanesi

Uno spettacolo con un titolo così forte non può passare inosservato – e questo spiega, in parte, il successo che ha avuto lo spettacolo stesso. Ma un libro dal titolo così inquieto, voi l’avreste letto? La domanda non è casuale: questo spettacolo parte dal romanzo di Massimiliano Parente, uscito per Mondadori già due anni fa. Il più grande artista del mondo dopo Hitler io non l’ho letto (non ancora, direi) mentre

Continua a leggere…

Claudio Morganti, intervista

Un rapido faccia a faccia con Claudio Morganti, che è stato a Milano per lo spettacolo “La vita ha un dente d’oro” di Rita Frongia,  al Teatro Pim Off. L’attore, che si definisce “un dinosauro”, mi ha brevemente illuminato con le sue risposte taglienti e ficcanti. Il titolo di questo spettacolo viene da un’espressione idiomatica bulgara. C’è secondo te un modo di dire in italiano che in qualche modo ne

Continua a leggere…

La Mosca – Almeno un milione di scale

Federica Ombrato e Chiara Tessiore sono le fondatrici del progetto teatrale “Teatro Chiaro d’ombra”, nato dall’intreccio dei loro nomi e, soprattutto, a seguito dello spettacolo “La Mosca – Almeno un milione di scale”, autoprodotto e autofinanziato nella rassegna “La riviera dei teatri” nel marzo del 2013. Domenica 19 aprile le due attrici liguri sono giunte a Molfetta, presso il b&b letterario “Il Mulino di Amleto”, sede dell’associazione culturale Lib(e)rOfficina, presentandoci

Continua a leggere…

“Un castello nel cuore”: Pamela Villoresi a Palazzo della Cancelleria a Roma

Poche parole per descrivere questa indimenticabile interpretazione del Castillo interior di Teresa d’Avila, andato in scena per il cinquecentenario della sua nascita (1515-1582), presso il Palazzo della Cancelleria a Roma. La solennità dell’allestimento è incrementata dallo spazio entro cui è collocato: il rinascimentale Salone dei Cento Giorni, coperto dagli affreschi del Vasari, che intrecciano così il Siglo de Oro spagnolo con la nostra rinascenza italiana; ad esso corrisponde poi un

Continua a leggere…

Svenimenti al Teatro Tieffe Menotti

In origine erano  Trentatré svenimenti le riletture dei tre atti unici di Cechov. Elena Bucci e Marco Grosso, con il sostanzioso aiuto di Gaetano Colla, portano in scena solo gli Svenimenti, alludendo ai “punti di crisi emotiva e di perdita di controllo dei personaggi, urlo o gioia, pianto o riso ma comunque resa all’incomprensibile emozione della vita”. Stralci di vari spettacoli si uniscono al testo drammaturgico, insieme a lettere di

Continua a leggere…

“Per una biografia della fame” al Teatro della Cooperativa

Il teatro della Cooperativa di Milano ha ospitato in questi giorni Per una biografia della fame, dall’omonimo libro di Amélie Nothomb. Le Brugole e Anfiteatro Sud hanno prodotto questa messinscena che si avvale dell’interpretazione della giovane ma strepitante Annagaia Marchioro e le scenografia animate dalle illustrazioni di Anna Resmini. Lo spettacolo racconta il rapporto di amore e odio tra la Nothomb e il cibo, che è passata durante la sua

Continua a leggere…

“No tu no” al Teatro Menotti

No tu no l’abbiamo cantato tutti insieme alla fine dello spettacolo di Egidia Bruno, andato in scena il 17 e il 18 febbraio al Teatro Menotti di Milano, mentre Alessandro Nidi al pianoforte impazzava e inseguiva il pubblico con le note. Questo spettacolo della Bruno, chiaro omaggio ad Enzo Jannacci, nasce dallo speciale rapporto tra l’attrice e il Maestro. I due si erano conosciuti nel 2002, sul set de Le storie

Continua a leggere…

  • 1 2 5