Recensioni recenti

“Lettera a un bambino mai nato” – Oriana Fallaci

Essere madre: una scelta non facile che viene descritta da una donna dalla configurazione non precisa. Di lei conosciamo solo l’intricato groviglio di pensieri e il suo continuo dialogo con il pargoletto che porta in grembo. Una scelta difficile soprattutto quando la gravidanza è inaspettata, quando non si è legati al padre dal vincolo del matrimonio, quando questo uomo ti prega di “buttarlo via” e scompare. Un libro drammatico che in

Continua a leggere…

“Il profeta” – Kahlil Gibran

C’è chi sogna di diventare una star, chi una scrittrice, chi un profeta. È questo il caso di Kahlil Gibran, autore libanese vissuto tra Oriente e Occidente a cavallo tra ‘800 e ‘900. “Il profeta” è proprio il titolo del libro che gli ha regalato il successo nel ’23. La lettura procede scorrevole per metafore e aforismi che parlano dell’anima e all’anima. Dopo aver trascorso un periodo nella città di Orphalese,

Continua a leggere…

Intervista a Luca Rachetta

di Carlotta Susca Temperamente ospita una nuova intervista: a Luca Rachetta, autore de La guerra degli Scipioni, recensito qui; gli facciamo qualche domanda sul suo romanzo. Il cognome dei protagonisti non sembra casuale: è intenzionale il riferimento al circolo latino che proponeva innovazioni in campo culturale? Se sì, i tuoi protagonisti sembrano desiderare non una innovazione, ma un recupero dell’autenticità: è così? Ho scelto il cognome Scipioni, carico di suggestioni che fanno

Continua a leggere…

“La guerra degli Scipioni” – Luca Rachetta

Che il titolo non spaventi. Si legge “Scipioni” in copertina e la mente corre ai ricordi scolastici – e universitari, per gli umanisti – di un Circolo che rappresentava innovatività in campo culturale nella Roma del II secolo a.C. Si legge anche “guerra” e si immagina un antagonista Censore che difende i valori consolidati e si oppone alle novità ellenistiche, con atteggiamento retrogrado. La guerra degli Scipioni di Luca Rachetta potrebbe

Continua a leggere…

“Diario di un cazzeggiatore” – Samuel Benchetrit

Roman Stern è un cazzeggiatore professionista. È quello che tutti noi potremmo diventare se decidessimo di “essere agiti”, piuttosto che agire noi stessi. Il protagonista rappresenta il prototipo di persona incapace di porre un freno razionale al dolce far niente. Persino il dover ascoltare le lamentele delle persone che, come una calamita, attrae a sé è fonte di noia o fastidio: fosse per lui, si rintanerebbe nel suo guscio, possibilmente con

Continua a leggere…

“C’era una volta l’amore, ma ho dovuto ammazzarlo” – Efraim Medina Reyes

Graffia la pelle raschiandola via fino a sfilacciare ogni singolo muscolo. Graffia le ossa, le sbriciola fino a ridurle in polvere. Graffia l’anima, lo spirito e la mente. Distrugge, anzi uccide: punta una pistola, preme il grilletto e spara. Esplosione. Infiniti frammenti di materia saltano per aria, schizzando esaltati in una danza orgiastica che non ha proprio nulla di osceno.Infiniti frammenti di materia saltano per aria e giocano a rincorrersi,

Continua a leggere…

“A ciascuno il suo” – Leonardo Sciascia

“Unicuique suum” recita la testata de “L’Osservatore Romano” rivista religiosa letta da due anime nel paesino siciliano dell’entroterra, che si apre sullo sfondo del romanzo di Leonardo Sciascia. Queste due parole, che tradotte danno il titolo al romanzo, muovono il protagonista verso una rete di intrighi e misteri. Il farmacista Manno e il dottor Roscio vengono uccisi durante una battuta di caccia. Morte inaspettata, se solo il farmacista non avesse ricevuto pochi

Continua a leggere…

“Ragioni per vivere” – Amy Hempel

Se uno scrittore che vi piace già tanto, vi presentasse un altro autore dicendovi che è il suo “autore contemporaneo preferito” nonché uno tra “i migliori narratori di tutti i tempi”, potreste davvero resistere a comprare un suo libro il prima possibile? Non ci credo. Anche solo per curiosità, per fare un po’ come diceva Holden Cauldfield (a volte ritornano), telefonare ai propri scrittori preferiti per fare quattro chiacchiere eccetera

Continua a leggere…

“Vita di Pi” – Yann Martel

Immaginate uno scrittore, un cacciatore di idee, di ombre della realtà, che dopo l’uscita del suo secondo romanzo è nuovamente a caccia di una storia. Ora immaginate che preso dalla sua ricerca si rechi a Bombay, città che da sempre è stata un incrocio tra culture e religioni di Oriente e Occidente e proprio quando sta per gettare la spugna e tornare a casa senza aver raccolto nulla… proprio in

Continua a leggere…

“Monte Mario” – Carlo Cassola

Avevo cominciato a masticare il nome di Carlo Cassola grazie a Calvino. L’ho conosciuto e apprezzato imbattendomi per caso in “Monte Mario” (premio selezione Campiello 1973), che esperti del calibro di Carlo Bo hanno all’epoca considerato la svolta dell’autore romano. Se sia vero o no, non ne ho idea, ma voglia di scoprirlo sì. Protagonisti sono il capitano Varallo ed Elena, sua ex quasi findanzata che piomba d’improvvso nella sua vita stabilendosi

Continua a leggere…

Interviste

Fondazione LIA: libri accessibili per tutti!

Qualche tempo fa vi avevamo parlato di Falvision, editore che pubblica testi contemporanei per non vedenti (qui l'intervista); oggi vi proponiamo l'intervista a Cristina Mussinelli,…

Continua a leggere...

Intervista a Domenico Maggipinto

Abbiamo voluto incontrare Domenico Maggipinto, putignanese, classe 1984, autore di Isola per Pietre Vive. Al momento, Domenico Maggipinto vive a Londra e si occupa di vendite per…

Continua a leggere...

Intervista a Luciano M. Pegorari di Falvision Editore

Abbiamo intervistato l'unico editore in Italia che pubblica libri di letteratura contemporanea in braille: ecco Luciano M. Pegorari, creatore di Falvision editore. Un editore pugliese,…

Continua a leggere...