Cocktail diVersi per la Giornata della donna

Dal 7 al 9 marzo il Movimento “Donne e Poesia”, fondato e coordinato da Anna Santoliquido, in collaborazione con la Sezione Nazionale Scrittori SLC-CGIL “Puglia-Basilicata”, presenta la XIV edizione di “Cocktail diVersi” che si terrà a Bari, Forenza e Genzano di Lucania (in Basilicata), in occasione della Giornata internazionale della donna.

“La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti” è lo slogan che accompagnerà questa edizione.

La Giornata della donna non è occasione di festa e divertimento. Non solo, almeno. È un’opportunità per ricordare le conquiste ottenute, i sacrifici costati per affermare la dignità delle donne, gli sforzi che ancora oggi compiono per esprimere liberamente se stesse, valorizzando proprio quella complessità che le caratterizza.

Le donne non hanno bisogno di cene lussuose, viaggi insoliti, abiti attraenti, promesse vane di felicità. Chiedono solo il riconoscimento di possibilità, che ancora oggi sono ostacolate. Invitano a non avere paura del confronto con una mente diversa. Esortano ad avere uno sguardo più largo e più profondo, per non perdere dettagli e sfumature.

Non è sufficiente un giorno per dire alle donne quanto sia prezioso per la società il loro apporto, in ogni campo; quanto sia delicata e forte la loro presenza nelle questioni di tutti i giorni, quanto è necessario che siano libere e consapevoli di se stesse.

Non è sufficiente un giorno per dire agli uomini quanto debbano essere orgogliosi di avere colleghe nei posti di lavoro; quanto debbano essere fieri di avere accanto chi ha messo al mondo i loro figli; quanto debbano ingegnarsi per poter vivere con le donne senza annoiarsi o stancarsi.
La Giornata della donna è per tutte le donne e gli uomini. Non si presenta come evento “di genere” o di parte, ma apre una finestra sulla realtà.

Quest’anno la manifestazione “Cocktail diVersi” sarà dedicata a Santa Scorese, prima vittima, in terra di Bari, dello stalking, assassinata a 23 anni nel 1991, mentre gli altri eventi saranno incentrati sul tema “L’orrore, la libertà, l’accoglienza”. Saranno presenti poetesse, scrittrici, traduttrici, artiste provenienti da Serbia, Bosnia ed Erzegovina, Germania e altre città italiane tra cui Roma, Firenze, Perugia, Monza e Matera. La manifestazione prevede tre giorni di incontri e poesie.

Primo appuntamento, sabato 7  marzo presso la sede di “Donne e Poesia” (via F.S. Abbrescia 47- Bari) con l’accoglienza e le presentazioni delle autrici che interverranno.

Domenica 8 marzo, la proposta culturale è doppia: la mattina, presso il caffè “I tesori di Sicilia” (via Cairoli 56), a partire dalle 10.00, saranno presenti Maria Stella Tiberino e lo scrittore Vito Antonio Loprieno in qualità di Segretario Regionale della SLC-CGIL Puglia, saranno offerte mimose e un recital di poesie; il pomeriggio, nella sede del Movimento Internazionale “Donne e Poesia”, a partire dalle 17.00, letture poetiche e interventi sulla creatività letteraria, la libertà e la lotta a ogni tipo di violenza.

La sera verranno presentati diversi libri, tra cui Stati Generali delle Donne di Giovanna Iacovone  dell’Università di Basilicata; Circolo delle Comunicazioni Sociali “Vito Maurogiovanni” – Laboratorio della Buona Notizia: ragazzi dell’Istituto Preziosissimo Sangue di Bari; Rita Maierotti: dal Veneto a Bari, tra insegnamento e politica  di Anna Lepore,  Segretaria Camera del Lavoro di Bari; Le eroine della Grande Guerra della Prof.ssa Rosanna Albergo; La toga rosa dell’Avv.  Roberta Positano; Donne e violenza nella Grecia antica di  Isabella Labriola dell’ Università di Bari.

A seguire, la performance in dialetto barese dell’attrice Grazia Daddario, con la partecipazione artistica di alcuni alunni dell’Istituto Comprensivo “N. Zingarelli” di Bari.

Ci sarà occasione anche per parlare del Movimento “Donne e poesie”, che compie quest’anno trent’anni. Anna Santoliquido, in qualità di presidente, ne ripercorrerà la storia e i momenti più significativi, le conquiste e l’influenza nel mondo culturale e non solo.

Se n’è fatta di strada da quando nel 1985 cominciarono a distribuire versi, tè e mimose in una galleria d’arte di Corso Vittorio Emanuele II di Bari. C’è stata la convivenza con il gruppo di poeti “La Vallisa”, poi la volontà di istituire l’associazione, le collaborazioni con le scuole, le università, i centri culturali, i conservatori. Nel corso degli anni si è creato un intreccio di vite, passioni, energie che hanno permesso di realizzare molteplici appuntamenti culturali, incontri che sono diventati occasioni di scambio intellettuale e di esperienze, convegni di portata anche internazionale. Senza dimenticare l’attenzione a coltivare nuovi talenti, attraverso i laboratori di scrittura creativa.

Lunedì 9 marzo tutte le autrici visiteranno Forenza e Genzano di Lucania, in Basilicata, dove si esibiranno in performance artistiche. Saranno presenti le autorità e a Genzano saranno ospitate dall’Associazione Culturale “Amici del teatro – Presidio del Libro”, con il coordinamento della saggista Franca Amendola.

Donne, poesia, interculturalità. Forse da qui possiamo partire per cominciare a migliorare la vita di ogni giorno. La diversità rende così bella la vita. La scienza ce lo dimostra di continuo, mentre dà continue conferme alle differenze tra uomo e donna, non per creare discriminazioni, ma per avere consapevolezza di ciò che ci definisce, di quali sono i punti di forza di ciascuno.

La Giornata della donna è per tutti, senza distinzioni di sesso. E poi, per le prime sei settimane della nostra vita, siamo tutti donne.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.