Il viaggio legale

Spesso il viaggio è piacere, conoscenza, scoperta, opportunità, ma “Il viaggio legale” è un’occasione per diffondere una mentalità legale. Si tratta di un progetto di cittadinanza attiva e contrasto alle mafie, cultura in movimento e incontro fra realtà forse mai congiunte prima: la Campania, Napoli in particolar modo, e l’Emilia Romagna.

Sulla Mehari di Giancarlo Siani, giornalista napoletano ucciso a soli 25 anni nel 1985, si percorreranno 600 km lungo la Via Emilia, facendo tappa in 15 comuni per incontrare il maggior numero di cittadini possibile e raggiungerli attraverso gli strumenti culturali (teatro, arte, editoria, cinema ecc) di quanti hanno collaborato a quest’idea.

A mettere in moto la macchina organizzativa del progetto, la casa editrice Caracò e il Comitato IoLotto. Altri promotori sono: Filt Cgil ER-Bologna, Libera Contro le Mafie ER, Cgil Emilia Romagna, CNA FITA. “Il viaggio legale”, che fa parte di “inFILTrazioni Legali”, si snoderà tra i comuni dell’Emilia Romagna fra novembre 2016 e marzo 2017.

Il viaggio è cominciato ieri mattina, 17 novembre, con la Cerimonia di Consegna delle Chiavi della vera Citroen Mehari, su cui fu ucciso Giancarlo Siani (la stessa guidata realmente nel film Fondapàsc, dedicato alla figura del giornalista). La cerimonia si è svolta presso l’aeroporto di Capodichino a Napoli, alla presenza del Sindaco Luigi de Magistris, con Paolo Siani, fratello di Giancarlo e Presidente della Fondazione Polis, Armando Brunini, amministratore delegato Gesac, Aeroporto internazionale di Napoli, Gennaro Bronzone, direttore dell’Aeroporto di Capodichino,  Michele Ammendola, pres. Comitato IoLotto, come portavoce dei promotori del progetto, Lucia Fortini, assessore all’istruzione e politiche sociali della Regione Campania, e Pietro Parisi, chef vesuviano che dopo essersi formato ad alti livelli e i seguito a numerose esperienze lavorative all’estero, è tornato nella sua terra dove ha aperto un suo ristorante ed è esempio di chi si oppone al racket. La Mehari verde è stata trasportata in Emilia Romagna da un mezzo della Geotrans (azienda confiscata alla mafia nel territorio del catanese).

Nel pomeriggio, a Piacenza si è tenuto lo spettacolo “Di carne”, ispirato a Giancarlo Siani, di Alessandro Gallo, che dall’esordio con Scimmie, romanzo che ci ha permesso di conoscerlo e da noi recensito, si muove sulla strada dell’educazione alla legalità, con progetti nelle scuole, spettacoli teatrali, romanzi. Perché un mondo più legale è possibile, basta impegnarsi.

Non ci resta che augurarvi buon viaggio legale!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.