Recensioni recenti

“Ti guarisco io, disse l’Orsetto : la storia di quella volta che il piccolo Tigrotto era malato” – Janosch

Qual è la miglior medicina per guarire in fretta da una malattia? Alzi la mano chi non desidera tante coccole quando si è costretti a letto. L’albo illustrato di Janosch intitolato Ti guarisco io, disse l’orsetto parla di malanni, ospedali e coccole. Ho scoperto questo tenerissimo albo di Janosch pochi giorni fa e sono rimasta incantata dalla dolcezza del racconto e dalle illustrazioni malinconiche e lineari. Il racconto è stato scritto

Continua a leggere…

“Spazio aperto” – Christophe Lèon

La letteratura per ragazzi: questa sconosciuta. Espressione discutibile se si pensa al numero di volumi che, in libreria, affollano gli scaffali dedicati a questo genere. Eppure, i lettori “adulti” tendono a passare velocemente davanti alla sfilata di questi titoli, per dedicarsi a generi più adeguati al loro gusto e alla loro età. Letteratura per ragazzi  è invece un’etichetta troppo stretta per classificare alcuni capolavori firmati da coloro che potremmo definire

Continua a leggere…

“La compagnia dei soli” – Patrizia Rinaldi e Marco Paci

Non è facile raccontare la fine del mondo a chi deve ancora iniziare a conoscerlo. Ai ragazzi manca (o dovrebbe mancare) il senso della definitiva distruzione, dell’abisso senza ritorno: loro sono vita e speranza, occhi puntati sul futuro. E allora come si fa a descrivere loro l’apocalisse? Patrizia Rinaldi e Marco Paci, rispettivamente scrittrice e illustratore, hanno provato a farlo, narrando una storia di coraggio e fiducia, di amicizia e gioco

Continua a leggere…

#SalTo30: la fiera delle fiere

Al #SalTo30 c’è una fila di persone così lunga che attraversa per intero due padiglioni; c’è una donna in coda che legge seduta per terra; c’è un grande schermo su cui viene proiettata un’intervista; ci sono centinaia di persone accalcate davanti a una sala dove si discuterà dei personaggi femminili nelle opere di Tolkien; c’è il sorriso soddisfatto di Luis Sepúlveda. Ma se la gente e lo schermo e Sepúlveda

Continua a leggere…

Su e giù per le scale – Monica Dickens

I presupposti perché Su e giù per le scale fosse un bel libro c’erano e promettevano bene. Monica Dickens, l’autrice, era pronipote del celebre scrittore inglese. Nata a Londra nel 1915 e cresciuta in una famiglia borghese, la fanciulla si era mostrata fin da subito insofferente all’ambiente perbenista, facendosi prima cacciare da una nota scuola femminile e prendendo poi la drastica decisione di abbandonare gli abiti eleganti per vestire quelli di cuoca

Continua a leggere…

“Sui passi di Francesco” – Diego Fontana

Che significato può assumere per un uomo un pellegrinaggio laico – un cammino sfibrante, sincero, sporco, un percorso di sassi e di dolore fisico, di fatica e di gaudio? Se ciascuno di noi, a un certo punto della vita, decidesse di percorrere a piedi la via da La Verna ad Assisi, certamente risponderebbe a modo suo, e avremmo dieci, cento, mille commenti diversi. Il cammino di Diego Fontana, autore di

Continua a leggere…

Le stelle di Srebrenica – Daniela Quadri

Le stelle di Srebrenica di Daniela Quadri è un romanzo edito da Leucotea, che immagino scritto alla stessa maniera in cui i pescatori creavano le reti. Sì, perché vicende e personaggi sono intrecciati senza saperlo, così come fa la vita e, per emulazione, la fantasia e la capacità narrativa di certi scrittori. Incuriosisce e tiene sospesi già dalle prime pagine, niente è scontato e anche quando il lettore arriva a

Continua a leggere…

Ora e sempre resistenza

«Chi la dura la vince!» non sarà solo un luogo comune, ma una piccola verità: nella vita la liberazione è il punto d’arrivo di un percorso di resistenza. Nella Storia è un nuovo inizio, nonostante non abbia insegnato abbastanza: due conflitti mondiali e sono ancora tanti – troppi – i focolai accesi su tutto il pianeta. ʽResistenzaʼ è una parola fortissima, tenace e ambivalente. Se da una parte è opposizione,

Continua a leggere…

Intervista ad Alessandro Silva

Poco tempo fa abbiamo recensito L’adatto vocabolario di ogni specie di Alessandro Silva, edito da Pietre Vive Editore, e così abbiamo voluto sapere qualcosa in più dell’autore. Perché uno scrittore di Parma sceglie di scrivere sull’Ilva di Taranto? Ma soprattutto, perché in forma di poesia? Il caso dell’Ilva, fin da quando venne reso noto da telegiornali e quotidiani, produsse in me un’inquietudine talmente profonda da restarmi come ingombro nella mente. All’epoca

Continua a leggere…

Interviste

Intervista ad Alessandro Silva

Poco tempo fa abbiamo recensito L'adatto vocabolario di ogni specie di Alessandro Silva, edito da Pietre Vive Editore, e così abbiamo voluto sapere qualcosa in più…

Continua a leggere...

Intervista all’illustratore Paolo Domeniconi

Qualche settimana fa, sulla nostra fan page, avevamo riportato l'interessante storia di Paolo Domeniconi, che ha cominciato la propria carriera come grafico e poi si…

Continua a leggere...

Intervista a G. Cescutti di LibRibelli

Qualche settimana fa abbiamo saputo della nascita di un’insolita libreria nella città di Trieste, la seconda di questo genere nel nostro Bel Paese. La curiosità…

Continua a leggere...