Come investire un Euro

È possibile investire un Euro?

Certamente starai pensando che asserire che è possibile investire un euro è pura follia ma ti renderai conto che non è così, che è possibile e potrai ottenere risultati che non ti aspettavi. Partiamo da lontano, da tempi che non sono scritti da alcuna parte, la Preistoria, dall’epoca in cui l’essere umano ha scoperto il fuoco e come usarlo a proprio vantaggio. Molto probabilmente la scoperta del fuoco deriva dall’incendio generato da un fulmine; gli uomini dell’epoca hanno saputo osservare l’opera della natura e hanno capito come replicarla semplicemente sfregando insieme due pezzi di legno, un altro fenomeno naturale, la generazione del calore con l’attrito, un principio fisico.

Oltre che per scaldarsi, il fuoco venne usato per cuocere la carne procurata con la caccia e questo ha permesso una migliore digestione, risparmiando ossigeno che è andato a beneficio del cervello agevolando il suo maggiore sviluppo incrementando le facoltà mentali e dando vita al progresso, al miglioramento della vita.

Il genere umano ha, rispetto agli altri animali terrestri, una maggiore intelligenza, una capacità di osservazione della natura e di replicarne gli effetti utilizzandoli a proprio vantaggio e da questo aspetto partiamo per un altro ragionamento: le formiche hanno la capacità di provvedere ad accumulare risorse per far fronte ai momenti in cui queste non saranno disponibili. Come una formichina, l’essere umano può realizzare il risparmio, l’accantonamento di denaro non solo per i momenti in cui questo servirà ma ha trovato modi per fare in modo che con il tempo questo aumenti: l’investimento.

Non è credibile che ciascuno, tu, non possa mettere da parte una briciola del tuo denaro, un Euro al giorno. Ragiona su quanto spendi ogni giorno e su cosa spendi e certamente ti accorgerai che evitando spese superflue puoi mettere da parte anche più di un Euro senza con questo modificare minimamente il tuo stile di vita.

Risparmiare non basta  

E’ vero che al momento ancora l’inflazione è bassa ma comunque anche per quel poco erode il potere d’acquisto del tuo denaro, per cui lasciare i tuoi risparmi nel salvadanaio ne comporta il deprezzamento, ancora di più lasciare il denaro sul Conto Corrente rappresenta una perdita di denaro per il costo del canone, l’assenza di interessi, i costi delle operazioni e il deprezzamento inflattivo.

Dunque risparmiare è utile ma lasciare fermo il denaro risparmiato è soltanto un modo per perdere valore. Il denaro risparmiato deve lavorare per te, produrre un valore in più, al contrario del denaro lasciato fermo. Un euro al giorno messo da parte rappresenta 30 Euro al mese: contando che si possono realizzare investimenti anche a partire da una disponibilità di soli 100 Euro, ecco che in poco più di tre mesi hai la somma sufficiente per realizzare un investimento e cominciare a guadagnare, incrementare il tuo piccolo capitale.

Reinvestendo il denaro maggiorato dal rendimento realizzerai ancora più rendimento e così via in un meccanismo che si auto alimenta facendoti vedere il denaro che cresce con poco impegno da parte tua, praticamente da solo.

Con 100 Euro puoi, ad esempio, cominciare a fare un investimento su un Fondo Comune ma devi prestare attenzione ai costi dell’investimento dal momento che molte società che operano in questo campo presentano dei costi che praticamente annullano i benefici derivanti dai rendimenti. Perché, poi non pensare anche al futuro?

I Fondi Previdenziali Integrativi ti permettono di accantonare progressivamente un capitale che si accresce nel tempo rivalutandosi, in modo da trovarti ad una certa età con una disponibilità economica che andrà ad aggiungersi all’esigua pensione statale, permettendoti un livello di vita almeno dignitoso. Poste Italiane gestisce un fondo pensionistico di questo genere che puoi costruire anche con soli 50 Euro al mese., un po’ più di un Euro al giorno ma un buon investimento per il tuo futuro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *