Category Contemporanei

“Felici diluvi” – Graziano Gala

Graziano Gala, giovane scrittore di Tricase (Le), è al suo esordio letterario con Felici Diluvi, raccolta di racconti uscita con Musicaos. Questi 14 racconti brevi sono incursioni rapide ma profonde in tante realtà altrettanto fittizie quanto veritiere. C’è la campagna retrograda, vecchia e dimenticata, c’è la metropoli vibrante, indifferente e caotica, ci sono molti voli pindarici, fantasiosi e schietti, che evolvono lenti negli anni e veloci sotto la penna di Graziano Gala. Ma

Continua a leggere…

“Storia dei miei fantasmi” – Francesco Borrasso

I racconti di Francesco Borrasso sono spaventosi fantasmi della peggior specie: esseri umani. Ecco la recensione di “Storia dei miei fantasmi”.

Intervista a Domenico Maggipinto

Domenico Maggipinto parla del perché ha scritto Isola, rivisitazione in chiave più moderna del mito di Giona, libro che gli è valso il premio del concorso Luce ad Est 2014, Pietre Vive editore.

“Isola” – Domenico Maggipinto

Isola di Domenico Maggipinto è una sapiente riscrittura del mito di Giona in chiave moderna.

“Tatty” – Christine Dwyer Hickey

Tatty è una chiacchierona, vivacissima, un’adorabile piccola peste. Nata dalla penna della scrittrice irlandese Christine Dwyer Hickey, il romanzo, che è stato bestseller in Irlanda (quel paese in cui sia il numero dei lettori che il rapporto tra librerie e lettori è il più alto della media europea) e Gran Bretagna, è stato appena tradotto e pubblicato in Italia da Edizioni Paginauno. La storia di Tatty, raccontata ora in prima persona ora

Continua a leggere…

“Breve diario di frontiera” – Gazmend Kapllani

“Breve diario di frontiera” di Gazmend Kapllani. Un libro che tutti dovrebbero leggere, per avvicinarsi a quell’incomprensibile e stracitata figura del “migrante”.

Le stelle di Srebrenica – Daniela Quadri

Le stelle di Srebrenica di Daniela Quadri è un romanzo edito da Leucotea, che immagino scritto alla stessa maniera in cui i pescatori creavano le reti. Sì, perché vicende e personaggi sono intrecciati senza saperlo, così come fa la vita e, per emulazione, la fantasia e la capacità narrativa di certi scrittori. Incuriosisce e tiene sospesi già dalle prime pagine, niente è scontato e anche quando il lettore arriva a

Continua a leggere…

“Un karma pesante” – Daria Bignardi

Daria Bignardi alle prese con il karma. Una storia semplice, raccontata in modo non banale, come la giornalista sa fare, e che ti trascina al suo interno.

Sergente Romano – Marco Cardetta

Lo dirò da subito: ho avuto un rapporto non proprio diretto e lineare con Sergente Romano, il romanzo “storico” (lo metto tra virgolette perché l’autore stesso, Marco Cardetta, si definisce un antistoricista), eppure quest’opera ha vinto il Premio Vittorio Bodini-La Luna dei Borboni 2014 ed è poi stato pubblicato da LiberAria nel 2016, ottenendo un’ulteriore vittoria per il Premio Pasolini – Barile, sempre lo scorso anno. Non ho capito cosa

Continua a leggere…

“Zoo” – Isabella Santacroce

Zoo di Isabella Santacroce è un libro che parla di una famiglia. Peccato che tutte le belle emozioni che vi ha suscitato la parola ‘famiglia’ verranno spazzate via con lo scorrere delle pagine. Nel nucleo famigliare dei tre protagonisti non c’è nulla di più lontano dalla solidarietà e dall’amore filiale. Relazioni morbose, deviate, volte più a colpire ed infastidire gli altri componenti piuttosto che perseguire un bene comune. La voce

Continua a leggere…

L’immortale –Eduardo Kovalivker

Ho deciso di cominciare il 2017 con L’immortale di Eduardo Kovalivker, ci cui ho recentemente recensito la raccolta di poesie Ricordi e dissensi, forse perché a inizio anno abbiamo la sensazione di avere miriadi di possibilità, tra cui magari anche una illusoria felicità (e facilità) immortale. Un essere immortale ha brama di comprendere l’universo, obiettivo che chiaramente non può essere perseguito nel corso di qualche anno. Occorrono secoli. Il protagonista

Continua a leggere…

” Una stanza piena di gente” – Daniel Keyes

La biografia del famoso sociopatico americano Billy Mlligan, nel libro che ne racconta le torbide ossessione e la convivenza con tante diverse personalità nella sua testa. Il primo caso di assoluzione per infermità mentale.