Category Contemporanei

“Zoo” – Isabella Santacroce

Zoo di Isabella Santacroce è un libro che parla di una famiglia. Peccato che tutte le belle emozioni che vi ha suscitato la parola ‘famiglia’ verranno spazzate via con lo scorrere delle pagine. Nel nucleo famigliare dei tre protagonisti non c’è nulla di più lontano dalla solidarietà e dall’amore filiale. Relazioni morbose, deviate, volte più a colpire ed infastidire gli altri componenti piuttosto che perseguire un bene comune. La voce

Continua a leggere…

L’immortale –Eduardo Kovalivker

Ho deciso di cominciare il 2017 con L’immortale di Eduardo Kovalivker, ci cui ho recentemente recensito la raccolta di poesie Ricordi e dissensi, forse perché a inizio anno abbiamo la sensazione di avere miriadi di possibilità, tra cui magari anche una illusoria felicità (e facilità) immortale. Un essere immortale ha brama di comprendere l’universo, obiettivo che chiaramente non può essere perseguito nel corso di qualche anno. Occorrono secoli. Il protagonista

Continua a leggere…

” Una stanza piena di gente” – Daniel Keyes

La biografia del famoso sociopatico americano Billy Mlligan, nel libro che ne racconta le torbide ossessione e la convivenza con tante diverse personalità nella sua testa. Il primo caso di assoluzione per infermità mentale.

“My generation” – Igort

My Generation: inno punk e inno della vita del fumettista italiano Igort. Ecco la sua autobiografia.

Le ragazze – Emma Cline

Rimanere saldi in vetta alla Bestseller List del New York Times per molte settimane consecutive, vendere i diritti editoriali in 35 Paesi, con tanto di versione cinematografica già opzionata, non è cosa che capiti a tutti gli scrittori. Specialmente se hanno 27 anni e pubblicano il romanzo d’esordio. Ma è capitato a Emma Cline, un contratto già firmato per altri due libri, arrivata sugli scaffali con il probabile caso editoriale

Continua a leggere…

“Una rivoluzione sentimentale” – Viola Ardone

Una rivoluzione sentimentale è il secondo romanzo di Viola Ardone, pubblicato da Salani all’inizio di quest’autunno e ritorno a scuola. È la storia di Zelda che da ricercatrice universitaria senza speranza si ritrova a far l’insegnante di lettere in un liceo di provincia: lei, una ragazza bene, di quelle che vengono dal Vomero, la cui stanza e ricoperta di libri e di carta, entra in una scuola il cui territorio è

Continua a leggere…

“Falconer” – John Cheever

Falconer è la prigione di stato dove Farragut deve scontare la sua pena. Il romanzo di John Cheever inizia descrivendo il luogo e tutti i nomi e i cambiamenti – perlopiù puramente linguistici – che nel tempo il posto aveva subito; ma a cambiar nome alle cose non si risolve certo la loro essenza: è così che Falconer resta sempre Falconer, e la prigione diventa realtà per Farragut. Farragut è

Continua a leggere…

“disAccordi. Antologia di poesia russa 2003-2016” a cura di Massimo Maurizio

disAccordi, antologia di poesia russa contemporanea, pubblicata da Stilo nel 2016: un’opera che ti fa davvero entrare nello spirito di una Russia che t’aspetti e pure no.

Girl in a band – Kim Gordon

  I videogiochi mi annoiano; ritengo che conversare con gli sconosciuti sia una forma di violenza estrema; scorrere su e giù la home di Facebook mi fa sentire malaticcia; se guardo fuori dal finestrino per un’ora intera rischio di mettere in discussione l’intero ordine delle cose e, forse anche per questo, quando sono in treno, generalmente o leggo o ascolto musica. E sul metodo disgiuntivo che applico quando svolgo queste

Continua a leggere…

“La luce sugli oceani” – M. L. Stedman

Quando Tom e Isabel s’incontrano, pochi anni dopo la fine della Prima Guerra Mondiale, lui è un sopravvissuto alle carneficine europee impegnato a combattere contro i demoni di un passato che non passa, lei è una ragazza di diciannove anni che reagisce con il desiderio di vita allo strazio di dover accettare il mancato ritorno dei fratelli dal fronte. Sono entrambi sull’orlo di un’esistenza sospesa, eternamente in bilico tra il

Continua a leggere…

“Cell” – Stephen King

Cosa potrebbe mai succedere se ogni cellulare provocasse un terribile contagio? Cell dalla penna del grandissimo Stephen King.

“Un uomo senza patria” – Kurt Vonnegut

In questi giorni si parla dell’investitura ufficiale di Hillary Clinton come rappresentante dei democratici alle elezioni  e di quella del parruccato Trump per i repubblicani. In Un uomo senza patria Kurt Vonnegut fa dei ragionamenti su quella brutta parentesi dell’America bushiana. Il libro è uscito nel 2005 ma è ancora straordinariamente attuale (e purtroppo il fatto che questo si può dire di tanti altri libri non mi mette affatto di

Continua a leggere…