Category Cinema Paradiso

“La ragazza del treno”: libro e film

Negli ultimi tempi, ci stiamo abituando a leggere storie di donne incasinate e psicopatiche (vi ricordate il film Gone Girl?) o vittime di uomini violenti, come ne  La ragazza del treno, che è divenuto un vero e proprio caso letterario. Dopo essermi imbattuta in una serie di recensioni entusiastiche e aver visto la copertina ovunque, mi sono fatta convincere, illudendomi anche che rappresentasse una novità in termini stilistici e contenutistici,

Continua a leggere…

Il curioso caso di Benjamin Button: libro e film

La carriera cinematografica di Fitzgerald fu costellata di rifiuti, delusioni e amarezze. A circa settant’anni dalla sua morte, scivolata quasi nell’oblio, come una damnatio memoriae, nel 2009, un film, vagamente ispirato alla sua novella Il curioso caso di Benjamin Button, ha ricevuto ben tredici nomination all’ Oscar. Tutto ciò ha il sapore della beffa. Il curioso caso di Benjamin Button Se pensavate che La leggenda del pianista sull’oceano fosse un

Continua a leggere…

Le sorelle Brontë: in arrivo una serie tv!

Vi abbiamo parlato qualche giorno fa di una serie tv in cantiere ispirata al romanzo Il nome della rosa di Eco. Oggi vi riveliamo qualche curiosità su un’altra serie tv “letteraria”, quella sulle sorelle Brontë. Il furoreggiare delle fiction tv spinge gli autori a ingegnarsi il più possibile per dar vita a prodotti televisivi accattivanti, ma non è detto che l’unico modo per far presa sul pubblico sia inventare qualcosa

Continua a leggere…

Quando si gioca al gioco del trono, o si vince o si muore

Cosa fa di una saga fantasy (partita, tra l’altro, in sordina) un successo planetario da milioni di copie vendute, traduzioni in più di 20 lingue e una quantità di opere derivate da far impallidire i migliori best seller? Nel caso di Game of Thrones, la fortuna dei romanzi pare esplodere dopo la messa in onda dell’ottima serie TV ispirata all’opera di George R R Martin. In realtà le due cose

Continua a leggere…

“Il nome della rosa”, dal romanzo alla serie tv

Nel VI millennio, quando le cose da dire sulla storia del mondo saranno troppe e bisognerà fare una scrematura o esercitare il dono della sintesi, con tutta probabilità gli anni ’10 del 2mila saranno catalogati sbrigativamente come l’“Epoca delle serie tv”. Sky, Netflix, Got, spoiler, nuova stagione, HBO e via dicendo saranno considerati una sorta di codice linguistico di questo decennio. In effetti, la serie tv-mania ha messo le radici

Continua a leggere…

Revolutionary Road: libro e film

I grandi libri, come i grandi amici, devono essere condivisi. Richard Ford La tanto agognata vittoria del buon Leo (Di Caprio) agli Oscar di quest’anno mi ha dato la giusta ispirazione per parlare di Revolutionary Road. Il film di otto anni fa, tratto dall’omonimo romanzo di Richard Yates, è diretto da Sam Mendes (lo stesso di American Beauty). Ho amato il libro e ho amato il film. Evento piuttosto raro, dal

Continua a leggere…

Il Piccolo Principe. Il film

Avevo quasi perso le speranze e poi è successo: ho visto Il Piccolo Principe! E non in un multisala (dove dopo la seconda settimana con tre spettacoli – in confronto a non so quanti di Checco Zalone – era capitombolato ad una sola visione giornaliera), ma in una sala piuttosto raccolta (ok, anche abbastanza vuota – in totale saremmo stati poco più di una decina!) e senza pubblicità né intervallo.

Continua a leggere…

Da Amélie Nothomb a “Il fascino indiscreto dell’amore”

Non c’è niente da fare, gli autori italiani provano un inspiegabile piacere sadico nel tradurre i titoli dei film stranieri per il Belpaese. Recente vittima dell’empietà dei nostri traduttori è una pellicola belga, trasposizione cinematografica di Né di Eva né di Adamo di Amélie Nothomb. Ma ci sono tanti casi memorabili, come Eternal sunshine of the spotless mind, che in italiano acquista il sapore della classica commediola americana senza carattere: Se

Continua a leggere…

Cenerentola

Il suono rassicurante della voce di papà, cadenzato da frasi ritmicamente strutturate e ripetute, la luce del lume e uno stuolo di peluches al mio cospetto sono fra i ricordi più vividi della mia infanzia. Le fiabe più belle erano quelle ascoltate nel dormiveglia; quando la voce diventava lontana  per lasciare spazio ai sogni. Il suono divenne immagine attraverso i film d’animazione della Disney. Ma la creatività di Walt che

Continua a leggere…

Di cosa parliamo quando parliamo di Birdman

La settimana scorsa l’Academy ha assegnato gli Oscar e quest’anno il favorito è stato Birdman, l’ultimo film di Inarritu. La cosa ha scatenato – come da prassi solita – un fiume di critiche e un mare di applausi. Noi, che di cinema non ce ne intendiamo abbiamo deciso che per una volta che vogliamo uniformarci al coro di critici, esercitando a pieno titolo (?) il nostro ruolo. E così, scendiamo

Continua a leggere…

Perdersi – Still Alice

Alice, rispondi alle seguenti domande: – Che mese è? – Dove abiti? – Dov’è il tuo ufficio? – Quand’ è nata Anna? – Quanti figli hai? Se hai difficoltà a rispondere a qualcuna di queste domande apri il file “farfalla” sul tuo computer e segui immediatamente le istruzioni che trovi. Alice Howland  è una docente di psicolinguistica ad Harvard, brillante e di talento, moglie appagata e madre soddisfatta di tre

Continua a leggere…

L’Oriana: libera come il vento

Appena ho saputo che il 3 e 4 febbraio ci sarebbe stata un’anteprima al cinema del film sulla Fallaci – L’Oriana – ho deciso di non prendere impegni e andarci. L’ho fatto nella prima serata, così da non avere o leggere commenti, però ho dovuto prendermi un po’ di tempo per vivermelo. L’Oriana è stato sceneggiato da Stefano Rulli e Sandro Petraglia, prodotto da Fandango e Rai Fiction, con la

Continua a leggere…

  • 1 2 4