“Pane per i Bastardi di Pizzofalcone” – Maurizio de Giovanni

Non è facile essere un poliziotto a Napoli, se si fa parte della squadra dei Bastardi di Pizzofalcone: bisogna dimostrare ogni giorno di saper fare il proprio lavoro, di avere acume e onestà, di essere in grado di svelare intricate trame criminali, di meritare la fiducia che la dottoressa Piras, Pubblico Ministero che ha particolarmente a cuore le sorti del commissariato di Pizzofalcone, ripone nel gruppo; le cose si complicano, poi, se la Dda decide di seguire il caso di un omicidio che ricade nel territorio di Pizzofalcone ma sembra avere a che fare con la criminalità organizzata. Ma quando i Bastardi sono a caccia, è difficile fermarli: e il fiuto dell’ispettore Giuseppe Lojacono, il Cinese, difficilmente viene tratto in inganno. Piccoli ma significativi indizi scovati a un superficiale esame della scena del delitto parlano chiaro: con l’omicidio di un panettiere la camorra non c’entra. Starà alla squadra guidata dal vice questore Palma scoprire chi ha sparato, alle prime luci dell’alba, a un uomo che sembra non aver mai avuto nemici: sarà il profumo del pane caldo a guidarli fino alla soluzione.

“Pane” è il sesto volume della serie dedicata da Maurizio de Giovanni alle indagini del commissario Lojacono, ed è forse il più compatto, maturo e ben strutturato giallo della collana, nonché uno dei migliori romanzi del genere scritti in Italia nel 2016. La vicenda si snoda in maniera credibile e si intreccia bene con il secondo caso, una bizzarra vicenda di stalking, seguito contemporaneamente dai componenti della squadra investigativa. La grande attenzione alle vicende personali dei protagonisti, che a volte ha rischiato di mettere in ombra la trama poliziesca, in questo romanzo fa bene da contrappunto all’indagine; ognuno dei componenti della squadra ha acquisito caratteristiche specifiche che ne fanno personaggi sfaccettati e poliedrici, non mere figure di contorno. La scrittura è scorrevole, lo stile gradevole e meno appesantito da pagine di lirismo a volte un po’ fine a se stesso dei volumi che lo precedono; infine, lo sguardo attento alla città di Napoli, descritta con affetto e realismo, inscrive la storia in una cornice che è essa stessa parte della trama.

Maria Di Piazza

Maurizio de Giovanni, Pane per i Bastardi di Pizzofalcone, Einaudi, collana Stile libero big, 2016, pp. 232, € 19,00

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.