“Il risotto alla milanese” – Felice Bonalumi

Questo libro sarà presentato sabato 10 alle 18 presso Ca Mat nel corso del Festival di Libritudine 7dal suo autore. 

Quando si dice prendere un argomento e sviscerarlo sotto ogni aspetto.
L’autore, milanese di nascita (?) e soprattutto di passione (lo si evince da come parla della città meneghina) compie un excursus storico dalla nascita del piatto dorato condendo la narrazione con le varie versioni della leggenda, fino ad arrivare al risotto allo zafferano oggi, con la parte riservata alle ricette.
Il sentimento dell’autore per il risotto alla milanese è sconfinato, arriva addirittura a ‘scalzare’ la pasta a favore del suo piatto preferito (specificando a più riprese di non avere nulla contro il simbolo gastronomico di italianità).
Ne esalta gli aromi, il colore e il valore (che sono entrambi quelli dell’oro), ci spiega come sia un piatto veramente democratico: sia dei ricchi, che dei poveri, a seconda delle epoche storiche.
Le numerose ricette ma anche le ricerche compiute al centro Filologico di Milano testimoniano inequivocabilmente il lavoro celato dietro questo progetto, anche se, come dice lo scrittore stesso, questo è un’opera che dev’essere letta con leggerezza, senza alcuna pretesa di imporsi come un must in ambito culinario. La speranza di vederlo tradotto in qualche libreria di New York o Berlino però, rimane, ed è naturale che sia così.

Leggendo Bonalumi ho scoperto che non esistono detti popolari riguardo al risotto, ma questo ci importa qualcosa? Io non credo, anche perché dalla cucina sta arrivando un profumino mica male. Per cui che dire, se non “a tavolaaa!”?

Felice Bonalumi, Risotto alla milanese, Jouvence, 2015, 10 euro

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.