Libri, Natale e consigli

Si sa che la gente dà buoni consigli cantava Fabrizio De Andrè. Anche noi di Tremperamente non possiamo esimerci dal farlo, a modo nostro!

Meno di due giorni a Natale: ultimi regali, la spesa, gli accordi con parenti e amici, i saluti al volo “e poi ci sentiamo”… un momento, mancano i libri!  State sereni, c’è ancora (un po’) di tempo e noi abbiamo qualche consiglio last minute.

 Abbiamo chiesto suggerimenti ad alcuni librai, tra la provincia di Bari, Napoli e Milano.

Per quanto la crisi economica si faccia sentire, «i romanzi fanno la parte del leone» ci racconta Donatella, la quale ci avverte che, se l’ebook prosegue la sua avanzata, è bene dotarsi di un lettore ebook e di un portale apposito per la vendita di libri digitali. Tuttavia le librerie indipendenti, come quella che gestisce lei e suo padre, tengono duro perché capaci di offrire assortimento, cortesia e competenza, consigli di nuovi autori e libri di qualità: proprio quanto cercano i clienti.

Sempre lei ci fa sapere che per quanto le lettrici siano più numerose, nel periodo natalizio si equivalgono con gli uomini per gli acquisti. Per questo Natale, sono stati venduti tantissimo Harry Potter e Il diario di una schiappa tra ragazzi e bambini, Carofiglio con il suo ultimo romanzo, Matteo Strukul con la saga de I Medici, Alessandra Minervini con il suo romanzo OverloveYvan Sagnet. Tutti autori che sono intervenuti nel piccolo Festival di Letteratura, tenutosi presso la libreria “Il Ghigno” a Molfetta (Bari)

Passeggiando per Spaccanapoli, il rettilineo che taglia in due la città dai tempi in cui era ancora Neapolis, c’è la Libreria Ubik. Il negozio è un gioiellino del centro storico e punto di riferimento per eventi culturali, presentazioni di libri e per gli studenti universitari che si dividono fra le varie sedi de “L’Orientale”. Nei giorni caotici che precedono il Natale, in libreria è un avvicendarsi continuo di clienti e telefonate, ma Giancarlo Piacci trova il tempo per darci il suo consiglio di lettura: La vedova Van Gogh di Camilo Sánchez (edito da Marcos y Marcos). Il romanzo si muove a metà strada fra realtà storica e finzione, e ripercorre il modo in cui l’arte di Vincent Van Gogh uscì dall’anonimato per diventare in tutto il mondo sinonimo di genialità. Merito di Johanna, vedova di Theo Van Gogh e quindi cognata di Vincent.

«Il romanzo ci restituisce la figura di una donna capace, incrollabile. Ovviamente l’autore lascia lavorare anche la fantasia, ma le sue ricerche sono state molto accurate» tiene a precisare Giancarlo, che sul libro on ha dubbi: «una gran bella storia, potente, scritta benissimo.»

Ettore, libraio per la Feltrinelli della stazione centrale di Milano, ci propone Ritrovarsi a Parigi, di Gajto Gazdanov, edito da Fazi Editore. «È una storia semplice. Racconta la vicenda di Pierre che, durante un viaggio fatto dopo la morte di sua madre, incontra Anne, una donna misteriosa che dopo la guerra ha smesso di avere contatti con il mondo. Decide di portarla con sé a Parigi e di occuparsi di lei. Da questo incontro nascerà un legame intimo e straordinario. Una storia misteriosa e struggente sul potere salvifico dell’amore. Lo stile asciutto e poeticone fanno un romanzo breve ma straordinario.»

Insomma, noi ci siamo affidati a persone che quotidianamente svolgono il loro lavoro – anzi una vera e propria missione – con passione, impegno e felicità, che hanno ben presente cosa significhi fare resistenza, che sono militanti culturali, sognatori alle prese con le spese di ogni giorno e inguaribili amanti dei libri e danno ottimi consigli. A voi la scelta perfetta per un Natale pieno di libri.

Temperamente vi augura buone feste e buone letture!

1 Discussion on “Libri, Natale e consigli”

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.